CONDIVIDI

gio

17

mar

2016

PISTOIA BLUES 2016: già 7 serate confermate dal 5 al 16 luglio per la 37esima edizione con Whitesnake, Skunk Anansie e tanti altri

PISTOIA BLUES FESTIVAL 2016 

dal 5 al 16 luglio 2016, Piazza Duomo

MIKA, SKUNK ANANSIE,

WHITESNAKE, BRIAN AUGER, 

JAMES TAYLOR QUARTET, LUCKY PETERSON 

e le esclusive di 

THE NATIONAL e DAMIEN RICE

Sono già sette le serate confermate dalla 37esima edizione del Pistoia Blues Festival 2016 e, anche se il cartellone non è ancora definitivo e potrebbero arrivare altre sorprese, già si preannuncia una ricca passerella di star per la futura capitale della cultura europea: Pistoia.
 
Sul palco di Piazza Duomo, ad aprire la serie di concerti, sarà il cantautore e interprete inglese Mika il prossimo 5 luglio 2016. La tappa a Pistoia (prima nazionale in esclusiva toscana) rientra nel suo tour mondiale 2016 in promozione al suo ultimo e fortunato album “No Place In Heaven” (special edition). Con oltre 10 milioni di copie vendute nel mondo grazie ad una manciata di singoli “hit” ed uno  show con la sua affiatatissima band in costante sinergia col pubblico, l’anteprima “pop” del Festival promette uno spettacolo  straordinario per qualità ed intrattenimento.
 
Dopo l’anteprima primo appuntamento dedicato al blues, quello suonato dagli artisti italiani, con la seconda edizione dell’Italian Blues Night, prevista per sabato 9 luglio. Una serata ad ingresso gratuito che vedrà diversi protagonisti tra cui il chitarrista, cantante e compositore triestino Mike Sponza che presenterà il suo nuovo album “Ergo Sum”, incredibile concept ispirato dalla grande passione per i poeti classici latini che vuole unire il blues con liriche in latino. Un lavoro di ricerca durato anni per tradurre dal latino all’inglese nel linguaggio blues le liriche di Orazio, Catullo, Marziale e molti altri. Con lui già confermati Danilo Parodi e la sua band: il bassista blues ligure avrà come ospite speciale alla voce Sharon Jackson, straordinaria interprete della tradizione afroamericana. 
 
Domenica 10 luglio serata dedicata alle sonorità dell’organo Hammond con protagonista il celebre tastierista Brian Auger con i suoi Oblivion Express. Ad accompagnare il suono del suo hammond ci sarà un ospite d’eccezione Alex Ligertwood, chitarrista ed ex vocalist di Carlos Santana. Brian Auger è uno dei tastieristi di jazz e rock più famosi al mondo. Prima di loro lo show di Lucky Peterson, celebre polistrumentista, chitarrrista ed organista soul e blues. Il chitarrista di Buffalo, il cui ultimo lavoro è “Son of a Bluesman”, è considerato un virtuoso sia alla chitarra che alle tastiere. Apriranno la serata i James Taylor Quartet, gruppo britannico capitanato dall’hammondista James Taylor.
 
Il 12 luglio prima esclusiva nazionale italiana per il festival che ospiterà per la prima volta nella sua storia la band rivelazione The National. Il gruppo statunitense presenterà i brani del loro ultimo album “Trouble will find me”, sesto della loro carriera, disco che è valso al quintetto la nomination ai Grammy Award come Best Alternative Album, consacrando definitivamente The National come una delle formazioni rock più importanti ed influenti del panorama contemporaneo. In apertura un imperdibile concerto del cantautore Father John Misty che con l’ultimo album “I Love You, Honeybear”pubblicato nel 2015 da SubPop, ha conquistato critica e pubblico.
 
il 14 luglio spazio agli Skunk Anansie, la band inglese capitanata da Skin fresca di pubblicazione del nuovo “Anarchytecture”. Si tratta della seconda volta della band al Pistoia Blues dopo l’esibizione del 2011 che ottenne un grande successo di pubblico. Il gruppo non mancherà di realizzare uno show vulcanico, grazie all’ampio repertorio del gruppo, fatto di continue hit come l’ultimo singolo “Love somebody else”.
 
Il 15 luglio arriveranno sul palco di Piazza Duomo gli storici Whitesnake guidati dal celebre frontman David Coverdale. Anche loro si esibiranno per la prima volta sul palco di Piazza Duomo che da qualche anno apre all’hard rock di qualità: nello specifico presenteranno il disco omaggio ai Deep Purple uscito l’anno scorso intitolato “The Purple Album” (Frontiers). La band è un pezzo di storia dell’hard rock inglese: fondata da Coverdale quando sciolse i Deep Purple nel 1977, hanno pubblicato 12 album in studio e numerosi live e raccolte. 
 
Chiuderà l’edizione 2016 del Festival Damien Rice sabato 16 luglio. L’artista si esibirà in un esclusivo concerto in data unica italiana per la prima volta sul prestigioso palco di Piazza Duomo. Particolarmente apprezzato per i suoi concerti ricchi di emotività, Rice, torna in Italia portando i brani dell’ultimo album “My Favourite Faded Fantasy” ed i suoi successi di sempre. Personaggio introverso, profondo, anticonvenzionale, Rice si è ritagliato uno stauts di icona nel panorama indipendente cantautorale con una folta schiera di fan che lo seguono in ogni sua iniziativa.
 
Tutti i biglietti per i concerti sono già in prevendita sui circuiti tradizionali ticketone.it e boxol.it a prezzi variabili a partire dai 20€. Info sul rinnovato sino del Festival www.pistoiablues.com