CONDIVIDI

gio

26

mag

2016

PISTOIA BLUES: Down To Ground con gli Skunk Anansie, Gyda (ex mùm) apre a Damien Rice

Si arricchisce ulteriormente la 37esima edizione del Pistoia Blues Festival con due aperture d’eccezione. Gli italo/neozelandesi Down To Ground avranno l’onore di aprire il concerto degli Skunk Anansie il prossimo 14 luglio 2016 mentre la violoncellista islandese Gyda (ex mùm) anticiperà Damien Rice il 16 luglio
 
La band veneta ma con componenti di origini neozelandesi e vietnamiti dei Down To Ground ha appena pubblicato il secondo album “The world we live in” trascinato dal singolo di successo “Belong” (nel disco remixato anche da Sun-Jdegli Asian Dub Foundation). “The World We Live In” (Vrec/Audioglobe) è stato prodotto artisticamente da Pietro Foresti produttore multi-platino che vanta collaborazioni internazionali con componenti di Korn, Asian Dub Foundation, Guns 'N' Roses, Unwritten Law, Lone Justice. Al mix e mastering è stato coinvolto Rich Veltrop famoso produttore americano (P!nk, Macy Gray, System of a Down, Rage Against The Machine). I Down To Ground nascono nel 2007 e sono attualmente composti da Michele Cesca (voce), Truong Van Thai (basso), Alessandro Morgan (batteria), Charlie Narduzzo (chitarra). “Down To Ground” è una tipica espressione anglosassone utilizzata per indicare una persona che persegue i propri obiettivi, sogni e speranze ma sempre con i piedi per terra. Michele, il frontman, nasce a Turangi in Nuova Zelanda da padre Italiano e madre Maori. Van Thai, l’altro membro di origini straniere della band, nasce invece in Italia nel 1981 da genitori di origini cinesi nati e cresciuti in Vietnam. Nel 2012 pubblicano “Early in the morning”, fortunato album che vede i singoli “One last time” e la title track in rotazione su Virgin Radio105 e Rock Tv. Dopo aver aperto a SubsonicaMotel Connection e molti altri arriva il secondo album “The world we live in” su etichetta Vrec distribuzione Audioglobe. Biglietti in prevendita per il concerto degli Skunk Anansie ancora disponibili sui circuiti tradizionali con biglietto unico a 40€+dp. 
Anche Damien Rice ha scelto l’opening act della data unica italiana prevista al Pistoia Blues il prossimo 16 luglio. Sul palco la violoncellista islandese Gyda Valtysdottir in arte solamente Gyda, co-fondatrice del gruppo  dream-pop dei mùm, lasciati per proseguire gli studi di musica classica armata di arco e violoncello. Le sue esibizioni soliste uniscono cover senza tempo del repertorio classico con le sue composizioni eteree e sognanti. Lo spettatore è trasportato in un mondo di paesaggi sonori ultraterreni e atmosfere che si sentono come “cambiamento nella struttura molecolare dello spazio”. Un’apertura unica nel suo genere che coinvolgerà gli spettatori del Pistoia Blues seduti in platea. Biglietti ancora disponibil tra 35€ (+dp) e 45€ (+dp).

Info e programma completo del Festival: www.pistoiablues.com