CONDIVIDI

ven

17

giu

2016

DEEP PURPLE: Ian Paice colpito da un lieve ictus

Un lieve ictus, già rientrato e che non lascerà conseguenze permanenti a lungo termine al batterista Ian Paice, è il motivo della cancellazione delle due date svedesi del tour dei Deep Purple, che erano in programma per lo scorso 14 e 15 giugno, rispettivamente a Stoccolma e Gotheborg.

 

A dare la notizia è stato lo stesso Ian Paice, in un comunicato di qualche ora fa, nel quale spiega che la mattina del 14 giugno ha avvertito un intorpidimento nella parte destra del corpo e qualche difficoltà a controllare la mano e le dita dello stesso lato. Ricoverato immediatamente in una stroke unit dell'ospedale della capitale svedese, al batterista britannico è stato diagnosticato un lieve ictus (o TIA), che non ha lasciato conseguenze gravi né permanenti.

 

Sempre Paice, fa sapere che ha immediatamente iniziato la terapia riabilitativa e che, ormai, i sintomi si limitano ad un blando senso di intorpidimento, mentre il controllo sull'arto è ripreso, prevedendo di poter ricominciare il tour nel giro di un mese e, soprattutto, scusandosi con i fan per aver saltato il suo primo concerto dal 1968, cosa che gli dispiace molto per il pubblico, la band ma, soprattutto, per sé stesso.