CONDIVIDI

gio

07

lug

2016

Recensione TRICK OR TREAT - "Rabbits' Hill Pt.2"

TRICK OR TREAT

Rabbits' Hill Pt.2

Frontiers Music srl

Realease date: 8 Luglio 2016

 

 

 

Esce finalmente il tanto atteso seguito di Rabbits' Hill, uscito nel 2012. Rispetto alla prima parte abbiamo due importanti novità. La prima è il cambio di etichetta dalla Valery Records alla Frontiers Music, cambio che sicuramente darà più visibilità alla band di Alle Conti (senza nulla togliere all'ottimo lavoro fatto dalla precedente label). La seconda è l'entrata in formazione di Luca Venturelli alla chitarra, degno sostituto di Luca Cabri. Rimangono della partita Leone Villani, Conti e Luca Setti, straordinaria sezione ritmica e la seconda ascia, Guido Benedetti.

 

 

Le coordinate sulle quali si muove Rabbits' Hill Pt.2 ricalcano in grossa parte quelle intraprese con il precedente lavoro, ma con una cura maggiore delle atmosfere relative allo svolgersi della storia. In effetti al classico happy metal (dei quali sono maestri) viene aggiunta anche una connotazione oscura, che riesce a trasmettere in maniera divina i momenti più tragici del romanzo.

 

Si contrappongono così brani come “Inlè”, “Cloudrider”, “The Great Escape” dove le classiche cavalcate power alla Helloween la fanno da padrone, ad altri come “Togheter Again” (che ricorda “Windmill” della band teutonica), la sentita ballad “Never Say Goodbye” che vede uno splendido duetto tra Alle e Sara Squadrani (Ancient Bards) o “Efrafa” che colpisce per l'inizio cupo e i cambi di tempo che la rendono complicata, ma ne fanno uno dei pezzi migliori del cd.

 

La prestazione di Alessandro Conti è come al solito di uno spessore difficilmente raggiungibile dai comuni mortali e raggiunge picchi di vera magnificenza (vedi “They Must Die” dove il duetto con “The Ripper” Owens è puro idillio). Non da meno il resto della band che sfoggia la sua bravura nello strumentale “Beware The Train”. Il livello rimane altissimo per tutta la durata del cd grazie ancora a songs come l'epica “United” e il capolavoro “The Showdown”, dove in quasi 11 minuti di canzone, cambi di tempo e di atmosfera certificano la definitiva maturità artistica della band. “Last Breath” chiude in maniera perfetta questo Rabbits' Hill Pt.2 candidandolo ad essere uno dei migliori lavori power metal di quest'anno.

 

Lunga vita ai Trick Or Treat, band di immenso valore e orgoglio italiano. Se Richard Adams dovesse ascoltare questo cd ne rimarrebbe sicuramente impressionato, almeno quanto noi.

 

  

Fabrizio Tasso

 

 

Track List

01 Inlè (The Black Rabbit Of Death)

02 Togheter Again

03 Cloudrider

04 Efrafa

05 Never Say Goodbye

06 The Great Escape

07 They Must Die

08 Beware The Train

09 United

10 The Showdown

11 Last Breath

 

 

Line Up

Alessandro Conti – lead vocals

Guido Benedetti – guitars

Luca Venturelli – guitars

Leone Villani Conti – bass

Luca Setti – drums

 

Special Guest

Tony Kakko – vocals

Sara Squadrani – vocals

Tim “The Ripper” Owens - vocals

 

 

Link

www.facebook.com/trickortreatband

www.trickortreatband.com