CONDIVIDI

gio

01

set

2016

Recensione CADAVERIA/NECRODEATH - "Mondoscuro"

 

CADAVERIA/NECRODEATH

Mondoscuro

Black Tears Records

Data Pubblicazione: 2 Settembre 2016

 

 

 

Non so se qualcuno si ricorda quell'interessante iniziativa che andava molto per la maggiore verso la fine dei '90s e l'inizio dei '2000s, che prevedeva due band (della stessa etichetta, spesso Nuclear Blast, Candlelight, Cacophonus etc) intente a registrare uno split CD dove, a testa, suonavano un pezzo della band in cooperazione, un brano loro ed una cover famosa. Questa idea viene ripresa, oggi, dalla Black Tears, chiamando alla sfida due band tra le più importanti di casa nostra (e non solo), oltre che legate dalla 'comproprietà', attuale o passata, di alcuni componenti.

 

Da qui prende vita il progetto 'Mondoscuro', dove Cadaveria e Necrodeath si sfidano, mettendo in mostra uno stato di grazia compositivo davvero entusiasmante.

 

Aprono i Cadaveria che coverizzano 'Mater Tenebrarum' di 'Into The Macabre' dei Necrodeath, offrendoci una rivisitazione atmosferica, gotica ma non priva della ferocia black/thrash infusa, in origine, dal combo genovese. Splendida anche l'idea d'inserire, nella cover, un passaggio di un'altra 'Madre' celebre, quella di 'Inferno' dei Goblin, dalla colonna sonora del film di Dario Argento, sulla base originale di tastiere suonate dal compianto Keith Emerson, prese direttamente dall'omonima pellicola. Si passa poi alla sezione brani originali in collaborazione, dove le due formazioni hanno scritto e realizzato, lavorando assieme, due brani: 'Dominion Of Pain', quasi tutto frutto dei Cadaveria, con Pier alle chitarre, autore di un assolo spettacolare, e 'Rise Above' dei Necrodeath, con apparizione alla voce di Cadaveria, autrice anche del testo, in parte in italiano. Questa è la sezione più allettante, visto che i due brani originali mostrano le varie sfaccettature della band: i Cadaveria, capaci di essere ferini, violenti e tecnici, nonostante le grandi capacità nel metal gotico ed atmosferico ed i Necrodeath, in continua crescita sul piano della complessità compositiva, senza perdere la loro vena di feroci predatori metal. Chiudono le due cover: 'Christian Woman' dei Type O Negative, rivista mirabilmente dai Cadaveria, che la arricchiscono di passaggi emotivi ed introspettivi che donano grande ricchezza a quello che è uno dei pezzi più celebri della band di Steel (R.I.P.) e soci e 'Helter Skleter' classico 'maledetto' dei Beatles, che subisce la trasmutazione demoniaca ad opera dei 4 genovesi oscuri, bravi a far loro un pezzo molto lontano dal genere.

 

Davvero niente male per un disco che non può essere visto come una normale release; piuttosto, parliamo di un intrigante esperimento musicale che ci regala alcune perle creative di due formazioni italiane tra le più significative e personali, dandoci un'ottima ragione per ascoltare la pioggia di fuoco nero di 'Mondoscuro'.

 

 

Andrea Evolti

 

 

Tracklist:

01. CADAVERIA: Mater Tenebrarum (cover Necrodeath)

02. NECRODEATH: Spell (cover Cadaveria)

03. CADAVERIA: Dominion Of Pain

04. NECRODEATH: Rise Above

05. CADAVERIA: Christian Woman (cover Type O Negative)

06. NECRODEATH: Helter Skelter (cover The Beatles)                     

Line-up:

 

Cadaveria:

Marçelo Santos - Drums

Cadaveria - Vocals

Dick Laurent - Guitars

Peter Dayton - Bass

 

Necrodeath:

Peso - Drums

Flegias - Vocals

Pier Gonella - Guitars

GL - Bass

  

Special Guests:

Lindsay Schoolcraft (Cradle of Filth): soprano lirico in 'Mater Tenebrarum'

Tiziana Ravetti: soprano drammatico in 'Mater Tenebrarum'

Cristiano Caldera: tenore in 'Mater Tenebrarum'

Ignis Forasdomine: tastiere in 'Mater Tenebrarum'

 

Link:

www.cadaveria.com

www.facebook.com/cadaveria

twitter.com/_cadaveria_

www.necrodeath.net