CONDIVIDI

lun

12

set

2016

Recensione REDEEM - "Awake"

REDEEM

Awake

Fastball Music

Release date: settembre 2016

 

 

 

La Svizzera è la storica patria dei quattro cantoni e delle incantate montagne, ma è anche un'eccellente 'accademia' musicale che ha visto nascere i nobili maestri Gotthard del compianto e indimenticato Steve Lee, e altre band di forte impatto come i presenti e sempre più sorprendenti Redeem.

 

L'alternative/hard rock band di Zugo vanta un curriculum che in ambito discografico è giunto al presente e terzo lavoro “Awake”, e in quello live racconta l'indescrivibile gioia di aver calcato i più grandi palchi di Germania, Olanda e naturalmente Svizzera accompagnando autentici mostri sacri quali 3 Doors Down, Daughtry, i già menzionati Gotthard e i “Toten Hosen”.

 

L'album presenta dodici tracce (compresa la versione acustica di “The Last Goodbye”) dove si affrontano un po' tutte le tematiche della vita, ovvero amore, odio, alti e bassi, gioia e dolore; il tutto nato dal saggio songwriting del frontman Stefano e raccontato senza compromessi, ma con l'intento di trasmettere forza e fiducia attraverso la complicità di un power sound eseguito con la giusta carica, che oltremodo si amalgama a rigeneranti melodie senza dimenticare i tanto preziosi momenti emozionali.

 

Gongoliamoci allora un rock che riesce a integrarsi splendidamente alle varie sonorità melodiche e che i Redeem, a loro volta, hanno saputo unire con intelligente professionalità: catchy e dinamico nell'opener “Insanity” e più fragoroso in “Alter Ego” e “Judgement Day”, accattivante nell'idilliaca “Chanson d'Amour e ruffiano nell'amena “The Riddle”Quanto appena sottolineato non è che l'inizio, poiché a rendere ancora più pittoresco il lavoro c'è l'avvolgente freschezza di uno speciale tris rifinito dalla title-track, “Beautiful Day” e “La Luna”, al quale si aggiunge il doppio colpo eighties omaggiato dalla gioviale “Guilty” e la super ballad “The Last Goodbye”: una sweet song di altri tempi resa ancora più bella da un sontuoso piano iniziale. La seconda e altrettanto gradevole ballad “Borderline” con tanto di video, completa un disco ben suonato, ottimamente interpretato e dall'ascolto semplice e spontaneo al tempo stesso.

 

Arrivati al capolinea possiamo riassumere con un più che meritato prologo: nel 2006 il promettente debut album “Eleven”, nel 2011 il riuscito bis con “999” e nel presente 2016 l'impeto elegante di “Awake”, per proseguire quello che per il combo elvetico è un percorso iniziato sotto una stella lucente e che continua a illuminare un rock fresco, ingegnoso, creativo e coinvolgente.   

 

Recensione di Francesco Cacciatore

 

Tracklist

1. Insanity

2. Chanson D'Amour (Love Song)

3. The Last Goodbye

4. Guilty

5. Awake

6. Beautiful Day

7. La Luna

8. The Riddle

9. Borderline

10. Alter Ego

11. No Judgement Day

12. The Last Goodbye - acoustic session (bonus track)

 

Line up

Stefano “Saint” Paolucci - vocals & guitar

Alessio Piazza - bass & backing vocals

Simon Steiner - drums & backing vocals 

 

Link

www.redeem.ch

www.facebook.com/redeemmusic 

twitter.com/redeemmusic