CONDIVIDI

gio

29

set

2016

Recensione CELEB CAR CRASH - "People Are The Best Show"

CELEB CAR CRASH

People Are The Best Show

1981 Records

Release Date: 21 Settembre 2016

 

 

Nonostante “la giovane età” i Celeb Car Crash hanno già fatto parecchia strada nel panorama musicale. Il gruppo vede difatti la sua nascita a fine del 2012 grazie all’unione di quattro componenti provenienti da diverse band, si tratta di Nicola Briganti, voce e chitarra, Carlo Alberto Morini, chitarra e seconda voce,

Michelangelo Naldinialla batteria e Simone Benati al basso. I quattro in poco tempo riescono a conquistare grande consenso nel mondo Rock grazie all’idea di musica che impongono, una perfetta fusione fra Rock appunto, grunge ed alternative, questo li porta a suonare con gruppi del calibro di Gotthard e Lacuna Coil!

 

"People Are The Best Show" è un album che rispecchia fedelmente le caratteristiche manifestate finora dalla band, un sound senza troppi fronzoli e mai troppo articolato, con una chitarra che varia dalla grezza inquietudine grunge per passare a quella più pulita di un Classic Rock per nulla male ed un interpretazione vocale che tocca sicuramente il primo genere citato. Di grande impatto è l’apertura di quest’ultimo lavoro della band, “Let Me In” getta l’ascoltatore in mezzo ad un ring infuocato con una chitarra aggressiva ed un basso trotterellante che non cala mai il suo incedere (disponibile anche un video di notevole impatto); differente invece la seconda traccia “Because I’m Said”, il cui delizioso intro acustico deve presto lasciare spazio ad ambientazioni più rudi. A proposito di rudezza in pieno stile grunge come non citare la traccia numero nove “Stereo (The Body Of Christ)”, la cui chitarra è un amarcord Nirvana, poi miscelata alla grande con un Rock più crudo, questa è la ciliegina sulla torta di un percorso iniziato con le tracce “Outdone” e “Enemie’s Desire”. Non pensate però che l’album sia incentrato in campo grunge, poiché ci sono delle tracce decisamente accattivanti e ritmate come “Hangin’ On A Rope” e “Nothing New Under The Sun”, che sicuramente riusciranno a far vibrare almeno una parte del vostro corpo! I riff di chitarra sono sfuggevoli ed ammalianti ma al contempo decisi e determinati, pronti a mettere spalle al muro l’ascoltatore e lasciarlo senza fiato. La chicca finale è “Nearly In Bloom” dove un organetto porta in ambienti Southern Rock, e la voce di Briganti diventa calda e passionale, cullando l’ascoltatore in una delicata ballad, impreziosita da un assolo di chitarra spezza respiro.

 

I Celeb Car Crash non sono arrivati dove si trovano per caso, le qualità evidenziate in questo album certificano nuovamente le potenzialità di una band che nella sua semplicità strumentale riesce ad essere efficace e coinvolgente. Il mix fra grunge e Rock and Roll riesce a dare una netta profondità sonora e di pensiero ed allo stesso tempo una notevole vivacità ed allegria, non affossando quindi l’ascoltatore in un’unica ambientazione musicale. Le variabili che inseriscono in ogni singola traccia danno una sorta di imprevedibilità che riesce a tenere sulla corda tenendo lontani i fantasmi della noia. Un album consigliato e da gustarsi traccia per traccia lasciandosi trasportare dall’energia della band!

 

 

Recensione di Matteo Pasini

  

 

Tracklist:

01.   Let Me In

02.   Because I'm Sad

03.   The Whereabouts

04.   Outdone

05.   Hello, 'Morning

06.   Murder Party

07.   January

08.   Enemy's Desire

09.   Stereo (The Body of Christ)

10.   Hangin' On A Rope

11.   Nothing New Under The Sun

12.   Nearly In Bloom

 

Line Up:

Nicola Briganti-Voce & Chitarra

Carlo Alberto Morini-Chitarre & Seconda Voce

Michelangelo Naldini-Batteria

Simone Benati-Basso

 

Link:

www.celebcarcrash.com

www.facebook.com/CelebCarCrash

twitter.com/celebcarcrash