CONDIVIDI

gio

06

ott

2016

Recensione TEODASIA - "Metamorphosis"

TEODASIA

Metamorphosis

Self Released

Release date: 10 ottobre 2016

 

 

La classe chiama e i veneziani Teodasia rispondono, facendolo con un album che ha l'euforizzante sapore dell'imprevedibilità e che si rispecchia nel titolo di “Metamorphosis”; un lavoro assai atteso e che segue l'altrettanto valido quanto opportuno EP “Reloaded”: sponda musicale datata 2015 pubblicata appositamente per presentare la nuova line-up, che ha caldamente accolto gli arrivi del chitarrista Alberto 'Al' Melinato e del cantante Giacomo Voli.

 

 

Un full-lenght che rappresenta una svolta significativa per la symphonic metal band di casa nostra (conosciuta in ambito internazionale per il tour europeo con l'ex Nightwish Tarja Turunen), dato che il sound si evolve concentrando il lato moderno di diversi generi musicali su una base orchestrale sia epica che drammatica.

 

Tredici tracce che danno vita a una saga sui grandi temi della vita, della morte e dell'amore trattati in gran parte dal songwriting del bassista Nicola 'Fox' Falsone, e tinteggiati di infinite sfumature power metal, new age, techno e ballad a sfondo medievale che ben si amalgamano con la forte identità symphonic rock della band, grazie all'eccellente preparazione musicale del batterista e compositore Francesco Gozzo, e alla voce potente e versatile dell'energico Giacomo Voli.

 

Con assoluta galanteria apriamo le porte di un'accurata tracklist con lo sfondo principesco della ballad “Two Worlds Apart”, che vede come very special guest la frontwoman dei Temperance Chiara TricaricoAddentriamoci adesso in un epico vortice Nightwish per goderci a pieno la title-track, “Stronger Than You”, “Idols”, “#34” e “Gift Or Curse?”; 27 minuti di fiammante sinfonia metal da ascoltare e vivere come una sfavillante realtà virtuale. In un percorso che prosegue con grande trasporto ci attendono la mistica “Release Yourself” con sonorità a echi Muse, la briosa “Diva Get Out” che ci avvicina gradevolmente ai Cure e infine il modern rock del singolo “Rise”, celebrato da un video che sembra evocare le antiche tribù indiane. Il brivido dell'avvolgente “Just Old Memories”, la densa atmosfera di “Redemption” e l'estasi medievale di Crossroad To Nowhere” completano un masterpiece capace di sfociare in un tripudio dalle 'mille e un'emozione'.

 

Se decidete di fare un salto nella bella città veneta ricordatevi di catapultarvi nella speciale gondola firmata Teodasia, perché il prode quartetto vi guiderà attraverso un connubio di memorabili e faraoniche onde sonore.

 

Ricordiamo che “Metamorphosis” è stato registrato in più studi: Sonic Design, Bridge Produzioni Audio, Noshoes e Teatro Delle Voci di Treviso, e presso quest'ultimo sono stati effettuati anche il mixaggio e il mastering a cura di Marino De Angeli. Facciamo altresì presente che la band presenterà l'album a favore della stampa e del pubblico con un concerto squisitamente gratuito, che si svolgerà sabato 15 ottobre al The Boss di Milano in occasione del Rock di Sera Party 3.

 

Recensione di Francesco Cacciatore

 

Tracklist

Intro

Stronger Than You

Release Yourself

Rise

Just Old Memories

Idols

#34

Two Worlds Apart

Diva Get Out

Gift Or Curse?

Redemption

Crossroads To Nowhere

Metamorphosis

 

Line up

Francesco Gozzo - drummer/composer/piano

Giacomo Voli - lead vocals

Alberto 'Al' Melinato - guitar

Nicola 'Fox' Falsone - bass

Featuring on Metamorphosis:

Chiara Tricarico (Temperance) - female vocal on “Two Worlds Apart”

Fabio Polo - violin

Andrea Urpilo Guarnieri - guitar

Daniele Zecchin - acousic guitar

Giuseppe Malinconico - keyboards

 

Link

www.teodasia.com

www.facebook.com/teodasia

twitter.com/teodasia