CONDIVIDI

gio

13

ott

2016

Recensione KEE MARCELLO - "Scaling Up"

KEE MARCELLO

Scaling Up

Frontiers Music srl

Release 14 Ottobre 2016

 

 

Ladies and gentleman the Kee is back! Il mitico e poliedrico ex chitarrista degli Europe ritorna con un nuovo album tutto nuovo e innovativo. Chitarrista, scrittore ed arrangiatore di tutti i suoi brani, Kee Marcello ci propone un suono nuovo cd di 12 tracce che variano dall’Hard Rock Old Style all’ Aor, offrendo una “tavolozza musicale” per tutti i gusti.

 

Un classicone di un tempo sono gli arpeggi iniziali nelle song hard, caratteristica immediatamente percepibile nella open track “Black All Star”. Un riffaggio semplice ed accattivante con un groove basso-batteria molto trascinante per poi evolvere in un solo tecnico e tirato. Bella hard ballad è “On The Radio”, song dalla semplice melodia ma che nuovamente ci propone la spiccata attitudine di Kee alle parti solistiche oltre che alle sue notevoli qualità canore. Un pizzico di moderno Aor per “Don’t Miss You Much” con un arpeggino in stile retrò, alla Def Leppard, come main theme supportato da una bella “pasta” ritmica. Hard Aor per “Fix Me” dove un’intro di tastiere porta alla memoria passati fasti seppur il brano abbia un suo DNA molto interessante e coinvolgente fino ad arrivare a “Wild Child” ove, con la collaborazione dell’arcinoto Michele Luppi (Whitesnake) alle tastiere, viene aggiunta ulteriore corposità e calore all’impasto melodico della canzone in chiave un po' vintage. “Finger on The Trigger” è una mid tempo strappalacrime, morbida e vellutata, con un pizzico di malinconia tra le note , immediatamente spazzata via dalla roboante “Soldier Down” che ha il sapore di Burn dei Deep Purple, sia nella scelta dei suoni che dei ritmi. Un tributo in chiave Hard Rock alla terra madre “Scandinavia” ove Kee racchiude eventuali e forse reali sogni di un musicista con ambizioni a stelle e strisce. Altra preziosa collaborazione è quella del grande chitarrista svedese Mattias Eklundh che in “Good Men Gone Bad” si affianca a Kee ed impreziosendo il brano con parti di assolo particolari ed eclettiche, come suo clichè. La Title Track “Scaling Up” è un’irreverente Rockettone dal retrogusto Blues, essenziale e trascinante e subito, in netta contrapposizione, una “morbidosa” e stupenda love song che scioglierà anche i cuori dei più duri metallari soprattutto non appena arriveranno le struggenti note dell’ennesimo assolo di Kee. Ottima anche la scelta di “Blow By Blow” in chiusura, dando un colpo di coda ed offrendo nuovamente una sferzata di energia melodica.

 

Quando Kee pubblica qualcosa di nuovo non è mai a caso oppure una cosa fatta tanto per fare scena. La sua nuova fatica è pregna di contenuti legati al passato ma riproiettati al presente e con un occhio al futuro. Il cuore pulsante del nuovo lavoro è legata alla sua essenza Hard seppur agganci Vintage e Aor facciano in modo da vedere nuove sue sfaccettature. Unica peculiarità che l’orecchio più attento potrebbe notare è inerente alla scelta fatta da Dardy Todd in merito ai piatti utilizzati durante le registrazioni: in alcuni casi appaiono un pochino “asciutti” andando a sovrastare la linea generale dell’armonia delle canzoni.

 

 

Review by Luca MonsterLord

 

Tracklist:

Black All Star

On The Radio

Don’t Miss You Much

Fix Me

Wild Child feat Michele Luppi

Finger On The Trigger

Soldier Down

Scandinavia

Good Men Gone Bad feat Mattias Eklundh

Scaling Up

Don’t Know How To Love No More

Blow By Blow

 

LineUp:

Kee Marcello: Guitars/Keys/Vocals

Ken Sandin: Bass

Darby Todd: Drums

 

Contacts:

Official Facebook Page