CONDIVIDI

ven

14

ott

2016

Recensione THEATRES DES VAMPIRES - "Candyland"

THEATRES DES VAMPIRES

Candyland

Scarlet Records

Release Date: 14 Ottobre 2016

 

 

 

I Theatres Des Vampires sono ormai una colonna portante della scena Gothic Metal italiana che con più di vent’anni di onorata carriera sulle spalle si apprestano a presentare Candyland”, sedicesimo album di una ricca discografia, un avventura partita ormai nel 1994 in quel di Roma, e che pare non voglia di certo arrestarsi qui. Temi vampireschi e orchestre sinfoniche sono i temi pregnanti che hanno da sempre caratterizzato le scelte musicali di questa band e l’ultima fatica proposta non è certo da meno, mettendo nuovamente in risalto queste componenti e dandogli risalto ponendole al centro dell’attenzione dell’ascoltatore.

 

Apertura affidata a “Morgana Effect” (di cui è stato realizzato anche il video ) e l’ascoltatore viene subito gettato in un Mondo parallelo, una specie di favola oscura, una Silent Hill vampiresca e tenebrosa. La parte Elettronica-Sinfonica fa calare un velo di buio totale sulla traccia, prima dell’ingresso prepotente degli strumenti e della voce di Sonya Scarlet. Queste sono del resto le caratteristiche principali dei Theatres Des Vampires, ritmi lenti e compassati, a volte addirittura pachidermici, dove i riff di chitarra pensano più che altro a dare un tono grave e risoluto alle tracce, lasciando poi all’elettronica il compito di amplificarne la portata, e ne sono un esempio lampante le seguenti tracce “Resurrection Mary” e “DelusionalDenial”. Arrivando poi alla totale inquietudine con la title-track “Candyland”, dove una voce quasi demoniaca di una bambina è il preludio all’ingresso in scena della band che va a ripercorrere il sentiero tracciato nelle precedenti canzoni, anche se il ritmo viene ulteriormente rallentato dando vita ad una “ballad macabra”. In “Your Ragdoll” poi l’elettronica apre in maniera importante la traccia dando l’impressione di trovarci davanti ad un qualcosa di più moderno rispetto al solito, salvo poi essere rigettati nelle tenebre dalla parte cantata, anche se i riff impostati sono leggermente più veloci e scattanti, coinvolgendo di più l’ascoltatore. Questa è però una piccola deviazione in un sentiero che pare indirizzato verso tematiche più lente, come in “Pierrot Lunaire”. Particolare menzione per la “Seventh Room”, traccia in collaborazione con Fernando Ribeiro dei Moonspell, che crea un alternanza importante fra voce maschile e femminile.

 

 

Gli amanti del genere non possono che essere soddisfatti di questo lavoro che rispecchia in pieno le caratteristiche di un buon album Gothic, anche se di contro bisogna dire che è poco variato e che verte forse un po’ troppo su certe ritmiche e delle volte è troppo oppresso da questi suoni elettronici che nell’intento di amplificare le tracce rischiano di soffocarne invece l’incedere.

 

 

Recensione di Matteo Pasini

 

 

Tracklist:

01. Morgana Effect

02. Resurrection Mary

03. DelusionalDenial

04. Parasomnia

05. Candyland

06. Your Ragdoll

07. Pierrot Lunaire

08. Photographic

09. OpiumShades

10. Seventh Room

11. Autumn Leaves

 

Line Up:

Sonya Scarlet- Voce

ZimonLijoi - Basso

Giorgio Ferrante - Chitarra

Gabriel Valerio - Batteria

 

Link Utili:

www.facebook.com/TheatresDesVampires

www.theatresdesvampires.it