CONDIVIDI

9 gennaio 2012

2Pigeons: in tour con Il Teatro degli Orrori!

A meno di un mese dall'uscita del loro nuovo album dal titolo "RETRONICA", 2Pigeons annunciano le prime date del tour che prenderà il via il 2 Febbraio da Milano.

A partire dai primi di Marzo la band sarà praticamente opening act fisso di gran parte delle date de Il Teatro degli Orrori (Pier Paolo Capovilla, leader della band, è ospite nel brano 'Turtulleshe').

 

Guarda il making of del disco!

 

 

 

Ecco le date:

Giovedì 2 Febbraio MILANO, BIKO ANTEPRIMA NAZIONALE

Venerdì 10 Febbraio PARMA, GIOVANE ITALIA

Sabato 11 Febbraio MONSANO (AN), CIRCOLO CITTADINO

Venerdì, 17 Febbraio PADOVA, PEDRO

Venerdì 24 Febbraio TORINO, OFFICINE CORSARE

Domenica 11 Marzo BOLOGNA, TPO

 

opening act per IL TEATRO DEGLI ORRORI

Venerdì 2 Marzo PORDENONE, DEPOSITO GIORDANI

Venerdì 9 Marzo S.VITTORE DI CESENA, VIDIA

Sabato 10 Marzo SANT’ANDREA DELLE FRATTE (PG), URBAN

Sabato 17 Marzo CAMPOBASSO, BLUE NOTE

Venerdì 13 Aprile TANETO DI GATTATICO (RE), FUORI ORARIO

Sabato 14 Aprile FIRENZE, FLOG

Sabato 21 Aprile NAPOLI, CASA DELLA MUSICA

Sabato 28 Aprile MARGHERA (VE), RIVOLTA

Giovedì 3 Maggio CATANIA, MERCATI GENERALI

Venerdì 4 Maggio PALERMO, BIER GARDEN

 

 

RETRONICA ovvero il tentativo di avvicinare ciò che all‘apparenza può sembrare distante e inconciliabile.

L’elettronica e la musica totalmente suonata. Un immaginario vintage e storie che nella loro surrealtà raccontano le difficoltà e le paure del presente. L’apparente freddezza dei suoni sintetico-analogici e l’urgenza di esprimersi per quello che si è.

Nel loro secondo lavoro i 2 Pigeons fanno coincidere gli opposti e mettono ancora di più a fuoco le direzioni di un percorso che fino ad oggi, vedasi biografia, li ha visti fare incetta di riconoscimenti e date dal vivo e il cui apprezzamento viene testimoniato qui dalla presenza di alcuni ospiti importanti tra cui Giovanni Gulino di Marta sui Tubi, Pierpaolo Capovilla de Il Teatro degli Orrori, Enrico Gabrielli, Roy Paci.

Dopo il precedente “Land” (2010), questo nuovo disco è un viaggio interplanetario dove la metamorfosi, nella sue varie forme fisiche e mentali, diviene il tema ricorrente di canzoni dalle vicende spesso imprevedibili e fantastiche, che attraversano con rara coerenza le molteplici espressioni dell’elettronica.

I punti di vista si ribaltano, anche all’interno di uno stesso brano, così come le strutture musicali, frutto dell’immaginazione instancabile di Kole Laca e Chiara Castello. Techno, house, electro, trip-hop, dubstep e hip-hop diventano quindi dei semplici nomi di generi, mentre ad emergere è soprattutto una tendenza alla contaminazione chimica che trova il proprio compimento nell’approccio del tutto artigianale alla scrittura.