CONDIVIDI

INTERVISTA ESCLUSIVA CON  

DARREL DWARF MILLAR

CANTANTE DEGLI AUTOMAN.CA

Darrell 'Dwarf' Millar, è l’ex batterista dei canadesi Killer Dwarfs, band degli anni ’80. Ora il nostro con la sua band Automan.CA in veste di cantante ci regala un album davvero interessante.

AngelDevil: Iniziamo parlando un po’ della tua band, puoi raccontarmi come vi siete conosciuti? Il vostro nome AUTOMAN. CA è davvero interessante e mi da l’impressione che dietro vi sia una qualche storia…

Darrel: La mia band è formata da Carleton Lockhart che, oltre ad aiutarmi con la stesura dei pezzi, si occupa dei cori e suona tutte le chitarre. John Fenton suona il basso e partecipa ai cori mentre Adrian Cavan è il nostro batterista. Carleton ha iniziato a chiamarmi Automan quando abbiamo formato una tribute band degli AC/DC chiamata Autobon, diciamo che era un modo per allenare la mia voce prima di mettere su una band sul serio. Automan.ca sta per Automan Canada così che non vi sia confusione o procedimenti legali con il programma televisivo americano degli anni 80 chiamato Automan…

 

AngelDevil: Ho ascoltato il tuo nuovo album chiamato “Pocket Change”, e mi si è incollato addosso, ce l’ho sempre in testa. Da dove è arrivata l’ispirazione per i testi e cosa vi ha portato a scrivere quelle canzoni?

Darrel:I testi li abbiamo scritti io e Carleton Lockhart. Alcuni pezzi sono più di Carleton, altri rappresentano maggiormente me. Diciamo che riguarda noi due per la maggior parte delle volte. Le canzoni prendono ispirazione dalle nostre esperienze di vita. Musicalmente è stato il grande rock and roll degli anni 70 ad ispirare questo cd.

 

AngelDevil: Cosa aggiungerà questo cd al tuo percorso musicale e quali risultati vorreste raggiungere con questo nuovo lavoro?

Darrel: Questo nuovo progetto ha già riempito un vuoto musicale che ho dovuto affrontare nei dieci anni appena passati. Specialmente il fatto che abbia avuto la possibilità di scrivere, produrre, andare dietro la batteria ed essere un frontman dice tutto. Inoltre proseguo con la mia etichetta, la Unkledunk Records che ha tra i suoi progetti anche gli Automan Ca. attraverso la Megaforce/Sony-Bmg. Cosa altro potrebbe chiedere un capellone rock come me? Gesù. Ho delle grandi aspettative su questo album ma non circa le stesse vendite, piuttosto riguardo le opportunità di andare in tour.

 

AngelDevil:Quali sono le tue più grandi influenze musicali?

Darrel: Il rock degli anni 70, il country e il jazz.

 

AngelDevil: Che tipo di persone, secondo te, ascoltano la vostra musica?

Darrel: Direi gli stessi che ascoltano i Led Zeppelin, gli AC/DC, i Lynyrd Skynyrd, potrebbero apprezzare gli Automan. Ma abbiamo testato il disco, a livello di mercato, anche nei dance club frequentati da studenti universitari che continuano a ballare certi pezzi da Pocket Change e li amano davvero. Questi sono giovani a  cui piacciono Green Day e i Foo Fighters e magari hanno 22 anni…quindi direi che è difficile immaginarsi un pubblico unitario…vedremo una volta in tour.

 

AngelDevil: I vostri fans europei avranno modo di vedervi on stage molto presto?

Darrel: Il nostro piano è di fare un tour in Canada e negli USA fra circa un mese. Verremmo subito in Europa con una buona offerta da qualche promoter.

 

AngelDevil: Raccontami un pò della tua carriera tra Unkledunk Records, le tue band e le registrazioni in studio. Quando hai deciso di fondare la tua record company e perchè?

Darrel: Ho iniziato a progettare la Unkledunk Records nel 2002 quando abbiamo fondato gli Automan. A dire il vero è tutto iniziato per pura necessità dato che nessuno ci offriva un contratto e avevamo bisogno di una società che ci lanciasse. Mi sono detto che era il caso di farlo con le mie mani se nessuno aveva intenzione di farlo per me. Nell’era del computer e di internet tutti possono fondare un’etichetta discografica…fare degli investimenti e trovare i contatti con i pezzi grossi per la distribuzione del prodotto è, ovviamente, un’altra cosa.

 

AngelDevil: Parliamo un pò dei Killer Dwarfs; è stato difficile riemergere sulla scena musicale dopo aver suonato con i Killer Dwarf? Suoni ancora adesso con la band?

Darrel: I Killer Dwarf si sono rimessi assieme nel 2001 con la line up originale dopo molti anni di stop. E’ stato davvero bello e siamo stati on the road nel Nord America e lo abbiamo fatto proprio per i fans. Abbiamo fatto la nostra strada e non abbiamo più registrato niente di nuovo. Russ, il cantante, ormai ha preso parte a degli altri progetti per conto suo, canta nei  Moxy da Marzo di quest’anno. Non ho notizie degli altri ragazzi adesso e per quanto mi riguarda sono impegnato solo con gli Automan.ca

 

AngelDevil: Quale è il migliore e il peggiore ricordo legato a quel periodo?

Darrel: Il momento migliore è stato firmare il contratto con la Epic / Sony nel 1988 ma anche andare in tour e raggiungere il successo. E’ stata una bellissima sensazione. Il momento peggiore è stato la rottura della band e trovarsi nella situazione di non sapere cosa fare e che direzione prendere. Era a metà degli anni 90. E’ stato terribile. Grandi successi e grandi fallimenti. In fondo è quello che la vita ci offre ogni giorno.

 

AngelDevil: Cosa significa per te vivere il rock n’roll al 100%? E cosa pensi del successo?

Darrel: Ho vissuto e lavorato a tempo pieno nel mondo del Rock per tutta la mia vita e davvero non conosco un altro modo di vivere. Ho avuto successo. Ogni altro passo è sempre un momento di successo. Riuscire a pubblicare Pocket Change è stato per me un grandissimo successo, perché il successo non è solo soldi, vendite e ricchezza. Io direi che è abbastanza riuscire a pagarti da vivere con la musica altrimenti è il caso di pensare a cambiare mestiere.

 

AngelDevil: Quali sono i tuoi obiettivi?

Darrel: Cercare di mantenere la mia salute e il mio spirito. Migliorarmi come persona e come autore e continuare a fare rock in un mondo libero fino a che non mi sarà più possibile.

 

AngelDevil:  Quando non stai con la band e non ti esibisci, quali sono i tuoi interessi?
Darrel: Amo gli sport, hockey e football soprattutto. Ma non li pratico più, prima giocavo in una squadra quando ero adolescente. Ho biglietti per i campionati della squadra nazionale di football del Canada e guardo il football americano religiosamente, specialmente la National Footbal League, come anche l’hockey, specialmente la National hockey League. Oltre a quello direi che amo la birra e andare nei pub qui nella mia zona. Il web design e il graphic design occupano il resto del mio tempo.

 

AngelDevil: Grazie Darrel per questa intervista, è stato un piacere per me! Vuoi lasciare un messaggio per concludere l’intervista?
Darrel: Grazie davvero per questa opportunità e sono davvero felice che ti sia piaciuto il nostro cd Pocket Change. Non vedo l’ora di incontrarti quando verremo in Europa. Grazie ancora e ROCK ON!

 

 

 

Intervista pubblicata il 24 marzo 2009