CONDIVIDI

SUGAR RAY DOGS

Vaudeville'n'roll

Qsound

 

Quando mi hanno passato questo CD mi sono detto: "un altro disco di Rockabilly facile da recensire"...sbagliato. Gli SUGAR RAY DOGS sono sì un combo nato dalla passione per quel tipo di musica, ma al loro nuovo lavoro l'etichetta "Rockabilly" sta decisamente stretta. Dopo anni di fumosi e malfamati palchi calpestati in compagnia di bottiglie del peggior liquore e cambi di line-up arrivano a produrre il sunto della loro vita dedicata al buon vecchio rock'n'roll ed a molte sue sfumature. "Les Bisteur" alla batteria "The Medicine Man" alle sei corde e "The Weight lifter" Ray al Double Bass compongono questo tipico trio da locali di Memphis e giù giù fino a New Orleans. Perché questo è il treno che bisognerebbe prendere per ascoltare le undici tracce più una bonus track a sorpresa ( non vi dico cosa è ), salire, mettersi comodi in carrozza e partire con il rock'n'roll di "Boris" le influenze country di "Out of Blue" ed il Rockabilly di "Hey You" per proseguire nella campagne di coltivazioni di cotone con la Ballad "So Drunk...The Deserter". Bella "Check Out The Bag", da Far West "Heroes", Classic rock'n'roll per "Sorry" e "Speed"; ed eccoci arrivati a New Orleans per divertirci con "Rockabilly Suicide" ed immergersi nelle sonorità tipiche di Bourbon St con "Sing At Your Funeral". Insomma un disco variegato alla nocciola con tutte le cose più buone che si possono sentire negli stati confederati. Disco prodotto dalla Q Sound ed interamente scritto da Ernani "Ray" D. Natarella. Mentre leggete Gli Sugar Ray Dogs sono in tournee in Olanda a presentare il lavoro. Consigliato. Per info myspace.com/sugarraydogsband

 

Recensione di Luca Casella