CONDIVIDI

   

DANGER DANGER

INTERVISTA AL CANTANTE TED POLEY

 

A cura di Andrea Lami 

Ciao Ted. Parliamo subito del vostro ultimo album partendo dal titolo. Cosa significa per voi REVOLVE. È da considerarsi come una nuova partenza?

Ted Poley: No. Nuovo inizio non direi. Direi invece un nuovo cd con un fantastico sound firmato Danger Danger. Mi piace moltissimo e mi piace anche l’arrangiamento vocale ideato da Bruno. La mia voce risulta incredibile grazie alle sue doti tecniche.

 

Sin dal primo ascolto REVOLVE ha tutte le caratteristiche dei DD tanto che me ne sono innamorato subito. Suona al 100% Danger Danger ma ha un’invidiabile freschezza. A cosa è dovuto?

Ted Poley: E’ tutto merito di Bruno. E’ un ottimo produttore

 

Avete fatto un tour di promozione per l’album?? C’è possibilità di vedervi in Italia?

Ted Poley: Sono sempre in tour come solista e mi piacerebbe molto venire a suonare in Italia.

 

Qual’è la canzone alla quale siete più affezionati?

Ted Poley: Non scrivo canzoni per i Danger Danger perciò le mie canzoni preferite si troverebbero in uno qualsiasi dei loro cd. La mia canzone, MISSING YOU, mi è molto cara.

 

Qual è la canzone alla quale siete più affezionati?

Ted Poley: Non scrivo canzoni per i Danger Danger perciò le mie canzoni preferite si troverebbero in uno qualsiasi dei loro cd. La mia canzone, MISSING YOU, mi è molto cara.

 

Qual è il tuo sogno… sia nella vita normale che in campo musicale?

Ted Poley: Semplicemente essere felice e fare più concerti possibili.

Con chi ti piacerebbe fare un duetto-collaborazione?

Ted Poley: Mi piacerebbe duettare con Lizy Hale degli Halestorm. E’ una grande!

 

Quando pensate ai Danger Danger, pensate ad un gruppo di amici oppure a ‘’colleghi’’??

Ted Poley: Colleghi. Siamo amici, certo, e quando siamo assieme ci divertiamo, ma non si socializza più di tanto. Forse perché viviamo distanti. Tutti abbiamo stili di vita molto diversi, così come diversi sono I nostri interessi. Ai vecchi tempi avevamo molte più cose in comune, come farci le ragazze, per esempio. A quei tempi eravamo molto più uniti, a volte pure troppo se non c’erano abbastanza tipe con le quali uscire la sera ahahah.

 

Com’è il vostro rapporto con la tecnologia? Parlo del file sharing ma anche dei social network che vanno tanto di moda.

Ted Poley: A causa della pirateria, del furto e dei download gratuiti della mia musica ho deciso di non registrare più canzoni, salvo che non mi si paghi bene! Ultimamente ho pubblicato il mio ultimo singolo da solista BREATHE, che trovate disponibile su siti digitali (ascoltate e comprate). Costa solo 99 cent ma ho da poco scoperto che qualche stronzo l’ha messo online così che tutti possano scaricarlo gratuitamente. Non penso di chiedere molto ai miei fan facendoli pagare 99 maledetti cent ma, visto che a quante pare la mia musica preferiscono “rubarla”, ho deciso che non farò più uscire nessun cd a spese mie come invece ho sempre fatto.

 

E’ un vero peccato, perché ho già un album scritto e pronto per esser registrato ma non ne vale la pena se la gente lo va a scaricare il giorno dopo la sua uscita. Ho un investimento da colmare e la gente preferisce scaricare gratis. Farò concerti, canterò e poi verrò pagato una volta finito. Proprio come fate tutti voi che avete un lavoro: lavorate e venite pagati. Questo è il concetto con quale andrò avanti in futuro. Immaginate di lavorare per 8 mesi e che alla fine non vi sia nessun assegno perché qualcuno vi ha rubato il lavoro.

Com’è cambiata la musica dal vostro disco d’esordio ad oggi?

Ted Poley: Una bella canzone rimarrà sempre tale. E’ solo la produzione che è cambiata negli anni.

 

Che rapporto hai con i soldi?

Ted Poley: Mi sa che è una "relazione a distanza" perché al momento è ovunque meno che con me.

 

Come si svolge la vostra vita quotidiana??

Ted Poley: Per quanto mi riguarda, ogni giorno è diverso. Ma generalmente mi alzo presto la mattina, mi faccio un caffè e lavoro sulla prenotazione della band che mi accompagnerà, inoltre promuovo le mie canzoni da solista, svolgo affari per musica non mia, faccio esercizi vocali e rilascio lunghe interviste….proprio come questa  Mi piace anche molto dedicarmi agli aerei telecomandati, grossi, costosi e pericolosi.

 

Che tipo di musica o artista  stai ascoltando attualmente?

Ted Poley: Al momento ascolto Him, Halestorm, Parachute, Katy Perry, mi piacciono diversi generi.

 

Di quale disco della vostra produzione sei più affezionati e perché?

Ted Poley: Il cd della mia band BONEMACHINE intitolato DISAPPEARING INC è uno dei migliori cd che io abbia mai realizzato. Niente pro tools, nessuna sintonia automatica, soltanto pura meraviglia. Le mie migliori prestazioni vocali sono su quel cd, probabilmente lo potrai scaricare gratis online, da qualche parte. Molte delle canzoni sono disponibili sul mio greatest hits (2 cd) che si può ordinare su tedpoley.com

 

Ted, cosa pensi dei cd dei DD con Paul Laine?

Ted Poley: Paul mi piace molto, l’ho incontrato solo una volta ma è davvero simpatico. Se non sono nella band, non m’interessa chi ci sta. Ora che sono tornato, non devo pensarci. Non ho mai pensato ai DD quando ero fuori, ero troppo occupato a registrare e a fare tour con gli altri miei gruppi (Bonemachine, Melodica e come artista solista) per pensare a loro.

 

Che differenze ci sono principalmente tra Andy Timmons e Rob Marcello?

Ted Poley: Entrambi questi due chitarristi suonano a un livello che non potrà mai essere raggiunto solamente provando, la maggior parte dei chitarristi potrà esercitarsi fino a consumarsi le dita ma non riusciranno mai a raggiungere il loro livello. Il loro, è un dono di Dio.

 

Rob Marcello (con Vestry) ha fatto uscire un ottimo album. Questo, dopo il live, è il suo esordio su un album di inediti. Come vi trovate con lui??

Ted Poley: Adoro Rob! Fa sempre piacere averlo intorno ed amo suonare con lui perché la sua musica è magica.

Ted, non sei certo stato con le mani in mano durante lo split con i Danger Danger infatti la tua carriera solista vanta diverse pubblicazioni (Bone Machine, Ted Poley, Melodica, Pleasure Dome, Poley/Picher ecc.). Dopo la reunion hai intenzione di proseguire o ti dedicherai totalmente ai DD?

Ted Poley: Continuerò sempre a fare tour sia da solista che con i DD, continuerò a suonare con loro finché mi vorranno. Quando mi esibisco da solo, ho un sacco di materiale a disposizione a cui attingere, ho prodotto così tanta musica da non ricordamela tutta. Nemmeno io so quanti cd ho fatto uscire!

 

State lavorando ad un nuovo disco?

Ted Poley: No, ho un cd da solista pronto ma, come spiegavo prima, non lo farò uscire a meno che una label mi paghi per farlo. Non posso più permettermi di far uscire dei cd per poi far sì che vengano solo ed esclusivamente scaricati gratis.

 

Ultima curiosità. È vera la storia della t-shirt di Bruno con scritto “Bill Who?” ai tempi dei Talas? (Lo scherzo si riferisce al fatto che Bruno sostituì Bill Sheehan nei Talas e suonò con quella maglia durante in concerto)

Ted Poley:Sì è vera ma è stata colpa mia e non di Bruno. Ogni volta combino qualche casino. Avevo fatto quella maglietta per Bruno quando ero andato al suo concerto con I Talas, prima che entrasse nei DD, e non potevo sapere che avesse intenzione di mettersela sul palco. Era uno scherzo tra noi, volevo congratularmi con lui per aver suonato in quella band, ma la gente l’ha presa male..lo scherzo non era per loro, ma per noi due.

 

Grazie per tutto, spero realmente di vedervi dal vivo in Italia...

Ted Poley: Grazie a te e a tutti I fan italiani..e ricordate di visitare il mio sito www.tedpoley.com e se volete ascoltare il mio nuovo video, potete scaricarlo da Itunes o trovarlo QUI

Pubblicata il 24 luglio 2011