CONDIVIDI

PLANET FUNK: incontrano i Fans - martedì 12 luglio alle 19 presso la Santeria di Milano / a seguire concerto al Magnolia

Qualche ora prima dello show al Magnolia di Milano i PLANET FUNK saranno alla Santeria di Milano per un esclusivo aperitivo aperto a tutti

A partire dalle ore 19,00 la band incontrerà i fans in uno degli spazi più alternativi e poliedrici di Milano: la Santeria è musica, happy hours, arte cultura e incontri nello stesso tempo e nello stesso luogo.

Il nuovo disco dei Planet Funk "The Great Shake" uscirà a fine estate
ma un'attitudine molto seventies li porta in tour sui palchi italiani con un tour omonimo per presentarne in anteprima i brani


E' quello che succederà martedì 12 luglio al circolo Magnolia
con un grande imperdibile concerto per il pubblico milanese.

Appuntamento dunque alle ore 19 

Presso la Santeria in via Paladini 8/Milano
subito dopo al Magnolia in via Circonvallazione 49, Segrate / Milano
Inizio concerti ore 21.30

 

 

Martedì 12 luglio sul palco del Magnolia arrivano i Planet Funk con il Great Shake Tour: con il nuovo album in uscita a fine agosto si rompe il silenzio durato due anni dopo l'uscita di “Lemonade”Another Sunrise è il singolo che anticipa il nuovo album di inediti del collettivo. In pieno stile Planet Funk, segna una nuova partenza dopo i grandi successi del passato e si preannuncia come una grande affermazione.

 

 

Apriranno il concerto i The GrOOming: Elettronica, trip hop, dub, installazioni, proiezioni video: il progetto musicale di The Grooming abbraccia diverse forme d'arte coinvolgendo musicisti, ballerini, attori, autori, grafici, produttori e filmaker che donano il loro seme artistico contribuendo alla nascita di un live unico nel suo genere.

 

Aftershow Djset : Tilt - The Rox

il dj set resident della compagine che ha ripudiato il nome a favore della causa e della sregolatezza. Scuote le persone, alza la polvere e fa sudare i muri

 

Start h 21.30 | € 15

 

LIVE@ MAGNOLIA FESTIVAL 2011 - Il calendario dei concerti prosegue con:

Giovedì 14 luglio: GIULIANO PALMA & THE BLUEBEATERS

Giovedì 21 luglio: SUD SOUND SYSTEM

Lunedì 25 luglio: HOOVERPHONIC + MADS LANGER

 

CIRCOLO MAGNOLIA - via Circonvallazione Idroscalo, 41 - 20090 - Segrate MILANO

Tangenziale Est A51, Uscita Linate /// Autolinea N. 73 San Babila M1-Linate Aerop.-S.Felicino.

 

Biglietti acquistabili on line sui portali www.liveclub.it e www.shiningproduction.com

Servizio di biglietteria on line www.mailticket.it ricevi il biglietto via mail ed entri senza code alla cassa!

 

A distanza di 2 anni dalla hit Lemonade, compresa nella raccolta di successi Planet Funk, e a ben 5 anni dall’ultimo album di inediti, i Planet Funk sono tornati in radio dal 7 maggio con un nuovo singolo, un concentrato di elettronica, dance e melodia. Dopo anni di assenza dagli studi di registrazione, il titolo Another Sunrise anticipa The Great Shake, in uscita per Universal Music alla fine di agosto. Il nuovo singolo, che è anche colonna sonora del nuovo spot Hyundai i20 Sound Edition, introduce un album che si avvale della partecipazione di artisti del calibro di Giuliano Sangiorgi, cantante solista dei Negramaro (Ora il mondo è perfetto, primo brano in italiano nella discografia dei Planet Funk). The Great Shake, oltre al brillante singolo che ne ha preceduto la pubblicazione, presenta pezzi di forte impatto, variando da un taglio di ruvida intensità (The Great Shake, Just Another Try) a inclinazioni più melodiche e sognanti (How Should I Know, Live It Up, Ora il mondo è perfetto). Affascinante il ricorso a corpose sonorità che richiamano la new wave degli anni Ottanta.

 

L’uscita dell’album sarà preceduta dalla partenza del nuovo “The Great Shake Tour”. La tournée (una produzione Massimo Levantini) vedrà i Planet Funk esibirsi in alcuni dei festival e delle location più importanti d’Italia, pronte a ospitare l’energia e l’estro di una delle realtà dance-pop più apprezzate da pubblico e critica.  Il nuovo album rappresenta un punto di partenza grazie all’ingresso nella band del nuovo carismatico cantante Alexander Uhlmann, capace di portare il suo grande entusiasmo nei nuovi brani e di saper interpretare con energia anche i successi storici della band tra cui Chase the Sun, The Switch, Who Said, Inside All The People, Paraffin.

 

Gruppo elettro-rock-dance che ha sempre arricchito la sua produzione con affascinanti intuizioni di stampo psichedelico, i Planet Funk vanno ben oltre il semplice confezionamento di ballabili per discoteca: l’accuratissima ricerca sulle sonorità, l’attenzione per i contenuti melodici, la calibrata impostazione delle ritmiche rendono i loro pezzi eccezionali per un ascolto emozionante e coinvolgente. Un risultato reso possibile dalla democraticità (un po’ anarchica, ammettono loro stessi, eppure capace di determinazione nel conseguimento di un obiettivo comune) di un collettivo in cui confluiscono idee e ispirazioni individuali che vengono elaborate con un gusto veramente “europeo”, più che italiano o inglese: «Siamo un megafrullato: ognuno di noi porta dentro la voglia di fare, senza condizionamenti, con totale onestà». L’appeal internazionale dei Planet Funk è confermato da hit di portata mondiale come Chase the Sun.

 

Aprono il concerto The GrOOming:

Il 20 maggio i The Grooming pubblicano in digitale il loro nuovo album "Digital seed"

Grooming, come il termine inglese che sta ad indicare la pulizia reciproca dei primati, è il nome scelto da Paolo Girelli (basso) e Giacomo Vanelli (dj e synth) per il loro progetto di musica elettronica nato a Milano nel 2007 e che affonda le proprie radici del trip hop e nel Briston sound creato dai Massive Attack, Tricky e Portishead."Digital seed", in italiano seme digitale, è invece il titolo del loro nuovo album formato da nove brani e che coinvolge diversi artisti della scena musicale come Meme Galbusera (RdB), Luca Solbiati (The Filmakers), Marinella Mastrosimone (Musetta), Emyl e Krizia Bassanini (LaMeduza), Gianluca Plomitallo (TheHuge) e La Meduza, artista attiva tra Liverpool e la Svizzera che con i The Grooming ha registrato il brano "Reflection".

Gli ospiti dell'album prestano la loro voce per dare vita a canzoni riflessive come "RoundAround" (con la partecipazione di Marinella dei Musetta) e "Glass room" (brano dedicato al primo luogo di composizione della band, un settimo piano di un appartamento in zona Bovisa da quale osservare il mondo sottostante), provocatorie e di protesta come "Find you" (con Roby London), "MeMe" e "Love" (entrambe realizzate con Meme Galbusera dei RdB), o ancora oscure e solitarie come "Smaller" (con Emyl) e "The darkest saint" (con Meme). Le canzoni, registrate in inglese, sono creature articolate, compose da suoni e parole improvvisate così come compaiono nella mente, e poi riorganizzate logicamente in frasi.

Suicide Art, questo il nome della serata durante la quale Paolo Girelli (basso) e Giacomo Vanelli (dj e synth) - supportati musicalmente da anche da Diego Bartole alla batteria e di Daniele Falletta alla chitarra elettrica - porteranno dal vivo le loro nuove creature musicali attraverso un live set ricco di collaborazioni e di artisti: un concerto collettivo durante il quale alcuni ospiti saliranno sul palco con la band e distruggeranno in diretta alcune loro opere, "uccidendo dal vivo la loro arte".

Elettronica, trip hop, dub, installazioni, proiezioni video: il progetto musicale di The Grooming abbraccia diverse forme d'arte coinvolgendo musicisti, ballerini, attori, autori, grafici, produttori e filmaker che donano il loro seme artistico contribuendo alla nascita di un live unico nel suo genere.

 

Aftershow – dj set with TILT

T I L T.. " E’ una delle compagini più eclettiche del momento, hanno inventato concept party particolarissimi e vitalizzato, a suon di electro, punk e discorock, location come Magnolia, Sottomarino Giallo, Gasoline, Tunnel e altri. Tilt nasce quasi per scherzo 8 mesi fa per portare un pò di colore nella night life milanese. Fonde concept anarco-manga ad allestimenti e gadget in technicolor il tutto spinto da electro, tech, discorock. Ma lo scherzo finisce subito ed in poco tempo Tilt diventa protagonista della scena underground milanese affermandosi in ogni apparizione come una delle migliori serate qualitativamente mai viste nei locali più esclusivi del paorama meneghino. Unisce tutte le sponde, fa convergere gli estremi: partyharder, punkrocker, fashion victim e guitar heroes. Nasce al Sottomarino Giallo, si trasferisce al Magnolia e successivamente diventa parte di Gasoline Crew. Ora vive e si nutre di folla e pogo un venerdì al mese al Tunnel. ...... TILT DJ SET.. il dj set resident della compagine che ha ripudiato il nome a favore della causa e della sregolatezza. Scuote le persone, alza la polvere e fa sudare i muri....... ATTITUDINE PUNK!.. Unire il lato più chiassoso del rock ai suoni più estremi e saturi e tirati dell'electro trash, unire le sponde del punk all'elettronica per riportare la scena ai suoi livelli storici.