CONDIVIDI

ENGLISH V.
ENGLISH V.

 

INTERVISTA 

 

 BOMBASTIC MEATBATS feat. CHAD SMITH

In occasione dell'uscita del secondo album dei BOMBASTIC MEATBATS feat. CHAD SMITH, band formata da Chad " Smith, il noto batterista dei Red Hot Chili Peppers e del supergruppo Chickenfoot, il chitarrista Jeff Kollman (Cosmosquad), il tastierista Ed Roth (Keyboards) e il bassista Kevin Chown (Uncle Kracker, Ted Nugent, abbiamo avuto modo di intervistare la band per farci raccontare come ha visto la luce questo nuovo lavoro.

AngelDevil: Ciao ragazzi! Prima di tutto, grazie per averci dedicato del tempo per rispondere alle nostre domande; è un vero piacere per me avere quest'opportunità. Parliamo del vostro nuovo album 'More Meat'. Devo proprio dire che è meraviglioso. L'altra cosa che ho molto apprezzato di questo lavoro è la copertina. Potete dirmi qualcosa a riguardo di come questo soggetto sia venuto alla luce? Tendenzialmente, voi componete tutti insieme oppure uno di voi si presenta con una canzone o un'idea di brano completa? Oppure create in studio?

BM: Quattro ragazzi in una stanza, di solito la stanza Tiki di Chad, che jammano e scrivono...questo ha creato gran parte del materiale. Buona parte di tutto questo ha avuto inizio con un ritmo di Chad che ha ispirato accordi oppure una melodia da parte di Ed; successivamente, Jeff si inserisce con alcune melodie o stacchi. Poi tutti noi ci dedichiamo alla cesellatura degli arrangiamenti. Chad possiede un notevole orecchio per l'arrangiamento e la produzione. Jeff porta anche lui all'interno del lavoro delle buone idee ed è da qui che noi costruiamo il tutto, ma molto più soventemente i brani nascono dal groove del giro ritmico. Una buona parte del materiale è stato consolidato e realizzato in studio quando siamo arrivati con degli abbozzi, piuttosto che dei veri e propri modelli di canzone.

Molte delle ultime tracce registrate fanno riferimento a noi che suoniamo nello studio di Cloud, compresi assoli e tutto il resto. Si sente quando i gatti stanno suonando come si trattasse delle loro ultima volta!

 

AD: Perchè, ed in che modo, siete arrivati a cambiare il nome del progetto da Chad Smith's Bombastic Meatbats in Bombastic Meatbats featuring Chad Smith?

BM: E' sempre stata una band, non un progetto, ma mettere il nome di Chad davanti a tutto ha aiutato, all'inizio, il lancio del progetto. Posizionare il suo nome infondo, invece, ci colloca più vicini alla testa del paragrafo (C, invece che B) per le ricerche alfabetiche.

AD: Mentre stavo ascoltando il vostro CD devo ammettere che mi sono letteralmente innamorata di Passing The Ace e And We All Swing The Tuna; che strepitosi brani che sono! Shag e For Your Courtesy, invece, sono così rilassanti, possiedono una di quelle melodie che ti donano pace, anche dopo una durissima giornata di lavoro. Qual'è la canzone che amate più di tutte o che vi ha dato maggior ispirazione, in questo progetto?

BM: Ognuno di noi ha una canzone preferita. Abbiamo provato a non sprecare nessun tipo di spunto o idea sonora in questo lavoro. Proprio come un re che può amare le sue molte cortigiane, così abbiamo fatto l’amore con un insieme di tutte le nostre creazioni. Se non avessimo scavato nel profondo di esse, di certo queste idee non sarebbero andate a finire sul disco. Detto ciò, per quanto mi riguarda (ora è Ed che parla), ‘Shiloh’s Forbidden City Blues’ potrebbe essere la mia favorita e sono piacevolmente sorpreso di quanto bene la space-jam ‘Dr. Blotter…’ suoni alle orecchie, riascoltandola.

AD: Perché avete deciso di dar vita ad un progetto di musica unicamente strumentale? Preferite sottolineare maggiormente l’operato degli strumenti anche in passaggi dove la voce, troppo spesso, prende il sopravvento?

BM: Noi tutti adoriamo evitare l’LSD….la sindrome del cantante solista (Lead Singer Disease)

E’ la sfida definita essere totalmente ‘strumentali’, quando la tua melodia deve essere veramente forte e memorabile per attecchire in profondità senza una linea vocale.

 

AD: Facendo un passo indietro, com’è iniziata la vostra collaborazione musicale?

BM: Chad, Jeff, io ed Ed ci siamo tutti quanti incontrati perché dovevamo suonare con Glenn Hughes e la jam che ne è scaturita durante il soundcheck, mentre aspettavamo Glenn è risultata così magica che abbiamo deciso di formare la band.

AD: Chad, come stanno andando le cose con le tue altre band, vale a dire Red hot Chili Peppers e Chickenfoot? Da quello che mi è parso di capire, terminerete i rispettivi nuovi lavori per l’inizio del prossimo anno; ma per quanto riguarda i tour?

BM: (Chad):Siamo in studio per registrare, proprio in questo periodo, il nuovo RHCP, ma non sono ancora certo di quando saremo in tour.

 

AD: Chad, tu sei un modello ed un punto di riferimento per molti batteristi, grazie al tuo stile. I tuoi fan sanno che in qualunque cosa tu abbia suonato, troveranno un sound famigliare e delle melodie originali. Dove trovi la tua ispirazione e come si articola il tuo processo compositivi?

BM (Chad): La musica dei Bombastic Meatbats è uno sforzo collaborativi di tutti quanti noi che contribuiamo al processo di scrittura. A volte il tutto ha inizio con un mio groove di batteria, altre con una progressione geniale di Ed ‘The Wrench’ Roth. Altre ancora con riff di The Bee o Bubbles, oppure con una combinazione di tutto quello riportato sopra.

 

AD: Qual è il tuo modello di batteria preferito e perché? Quale credi debba essere la conoscenza tecnica fondamentale per un grande batterista?

BM (Chad): Io suono solamente batteria della Pearl. Un batterista deve sapere quando picchiare duro ed essere in primo piano, quando fare un passo indietro ed essere al servizio del brano e come sviluppare il groove batteristico adatto per una canzone.

 

 

AD: Cosa significa per  voi vivere il rock’n’roll al 100%? Cosa pensi del successo?

BM: Suonare ogni volta come se fosse l’ultima. Il successo è qualcosa di grande, ha la meglio sul fallimento! Ma la vita di un musicista è anche passare dalle stelle alle stalle in pochi secondi. Bisogna amare veramente la musica!

 

AD: Se dovessi convincere uno dei nostri lettori a comprare ‘More Meat’, cosa gli diresti?

BM: Sound unico, canzoni di carattere e suonate con il cuore. Un disco ed una band dedita alla musica, non al portafogli!

 

 

AD: Grazie ragazzi infinite per il tempo concessoci.

BM: Grazie a te e ai lettori di Rock Rebel Magazine

 

 

 

BOMBASTIC MEATBATS feat. CHAD SMITH

More Meat

Warrior Records

 

LEGGI LA RECENSIONE QUI

Pubblicato il 9 novembre 2010