CONDIVIDI

Per conoscere meglio la band torinese, autori dell'ottimo album elettro rock "Mallory", abbiamo incontrato il batterista Kid Lynch che ha risposto alle nostre domande

Photo Credits: Ricky Monti

AngelDevil: Ne approfitto subito per farvi i complimenti per l'ottimo debut album. Doveroso iniziare con il chiederti, qual è il responso ottenuto di chi già conosce bene la vostra musica e quale invece vi ha appena conosciuto con questo "Mallory"?

Kid: Beh, grazie per i complimenti! Veniamo alle tue domande… Chi già ci conosceva ha visto nel nostro nuovo album la conferma di ciò che avevamo fatto intuire in precedenza, insieme ad una crescita e una maturazione del progetto; tutti giudizi che ovviamente ci lusingano molto…

La sensazione che abbiamo da parte di chi ci conosce solo ora è di essere riusciti a comunicare in modo diretto ed immediato il nostro modo di fare musica, evidentemente in questo nuovo lavoro le canzoni hanno una maggiore capacità di coinvolgere l’ascoltatore, e questo era proprio uno dei punti su cui abbiamo lavorato di più.

 

AngelDevil: Anche se sono sicura che avete già risposto a questa domanda un infinità di volte mi piacerebbe sapere come e quando avete cominciato a sviluppare l'idea di Mallory che, rappresenta un unità cibernetica-la vostra musa ispiratrice..

Kid: Mallory è stata creata subito, insieme alle prime canzoni scritte da me e Audrey!

Volevamo esprimere visivamente i concetti che stanno alla base della nostra musica: l’unione di uomo e macchina, di istinto e tecnologia, di sensualità e aggressività… Mallory rappresenta tutto questo e ci piace definirla la nostra Musa.

 

AngelDevil: "Un disco che suona bene" è ovviamente un concetto molto soggettivo, ma quando è realizzato bene: musica, testi, produzione..allora è più facile che il disco “suona bene” per tutti. In Italia ho letto molte recensioni positive riguardo "Mallory", ma all'estero?

Kid: A dire il vero noi non pensiamo che ci possano essere limiti di confine per chi ascolta musica; ci piacerebbe che anche una parte dell’Italia potesse superare questo tipo di barriere, per alcune realtà è già così, per altre purtroppo no. Comunque dobbiamo dire che alcune tra le recensioni dell’album più lusinghiere sono arrivate anche dall’estero, e questo ci dà molta fiducia! Inizieremo presto a lavorare anche fuori dall’Italia ritenendo “Mallory” un prodotto di stampo internazionale.

AngelDevil: A volte non è facile notare tutto il lavoro che ci vuole per raggiungere un ottimo risultato, il tal senso parlerei della produzione, quindi della fase di registrazione e mixaggio che è stata affidata a Marco Trentacoste. La sua “mano” si sente notevolmente e, come ho scritto nella recensione, è davvero una gran cosa. Cosa mi dite a riguardo?

Kid: Non è la prima volta che lavoriamo con Marco Trentacoste. Con lui abbiamo registrato il nostro primo EP (MALLORY SWITCH – 2007) e il singolo “FREEEK!” (2009) e non è un caso, quindi, che la scelta sia caduta anche questa volta su di lui. Il nostro sound nasce nel momento stesso in cui nasce ogni singola canzone, con tutti i campionamenti e i suoni particolari che ci caratterizzano, e Marco è ciò che definirei “un mago” nel difficile compito di riuscire a bilanciare ed equilibrare la montagna di tracce che ogni volta registriamo, esaltando ogni singolo suono e dando il giusto spazio ad ogni sfumatura.

 

AngelDevil: Sono sempre del parere che, oltre al CD, è buona cosa per una band realizzare dei video, poi ovvio non sempre è possibile per mancanza di soldi, ma ritengo che è un ottimo biglietto da visita per farsi conoscere più velocemente. Basta vedere come girano i link di YouTube su facebook... Quanti  ne avete realizzati 3? C'è il cliccatissimo "Freeek", "Evolution Machine" e il nuovo "Dirt"..

Kid: I video sono cinque: con il primo EP, “Mallory Switch”, appunto, abbiamo realizzato i videoclip di “Hypocrisymn” e “Tempter”, ed entrambi avevano raccolto importanti riconoscimenti; “Hypocrisymn” si è aggiudicato il premio giuria per miglior Montaggio video al P.I.V.I. (MEI) nel 2007 e al Bizzarro Film Fest del 2008 ha vinto come miglior video; “Tempter” si è aggiudicato il premio per la miglior colonna sonora al TORINO Horror Film Fest del 2007. Con la pubblicazione del singolo “FreeeK!” abbiamo realizzato il video avvalendoci della straordinaria partecipazione di Elena Di Cioccio, svettando in Home page di You tube e raggiungendo oltre le 38 mila visite. Con “Evolution Machine” abbiamo coinvolto il campione di moto freestyle Alvaro Dal Farra, riuscendo ad essere i primi nella storia della musica ad aver creato un connubio così esplicito tra sport estremo e musica. Così facendo ci siamo guadagnati l’home page di uno dei + importanti network mondiali: ESPN.

Effettivamente il discorso video per noi è molto importante, al di là delle opportunità che la rete offre per farsi conoscere; insieme alla GB Sound (il nostro Management) siamo sempre alla ricerca di nuove idee!

AngelDevil: Avete già qualche idea per il prossimo singolo e video?

Kid: Il prossimo singolo sarà “The Last Man On Earth”, che vede l’eccezionale collaborazione con il rapper newyorkese Beans, degli Anti Pop Consortium.

E’ un brano molto importante per noi, ed è uno dei capisaldi dell’album… sicuramente uscirà il video che affiancherà la promozione del singolo… non ti nascondiamo che ci stiamo lavorando.

 

AngelDevil: Quanto è importante il look per voi?

Kid: Questo aspetto viene curato assieme al nostro management (Gb Sound), come accade per i video. E’ per noi un po’ un gioco ma anche un modo per creare degli stimoli diversi verso chi ci segue. L’immagine è un aspetto molto importante per ciò che oggi è una band. Un tempo bastava avere i capelli lunghi, mossi ed ossigenati per creare un “alternativo” o essere originali. Oggi il lavoro è più complesso, c’è molto studio dietro ogni nostra presentazione visiva. È la nostra forma di espressione che accompagna la nostra musica.

 

AngelDevil: Che ne pensate del circuito underground italiano? In che modo un’artista può intervenire sulla realtà che lo circonda?

Kid:Il panorama musicale italiano è ricco di realtà interessanti, il problema è che in Italia la Musica e la cultura in generale non interessano più a molti, o per lo meno e ciò che ultimamente sta emergendo dalla crisi della musica live, le radio, la chiusura dei teatri… tutto questo è decisamente avvilente. Per quanto riguarda l’altra domanda, noi crediamo che un artista abbia non solo la possibilità, ma quasi l’obbligo di intervenire su ciò che lo circonda!

La musica ci permette di comunicare con il mondo, e noi dobbiamo vivere questo privilegio con senso di responsabilità, cercando di ricordare a chi ci ascolta che ognuno di noi può cambiare il mondo, se cominciamo a pensare alle conseguenze delle nostre azioni, anche quelle che sembrano insignificanti.

AngelDevil: Per chi non ha avuto mai l’occasione di sentirvi live o di ascoltare un vostro cd, cosa offrite come band?

Kid: Che sia l’ascolto di un disco o l’assistere ad un nostro concerto, ci sono cose che per noi non possono mancare: energia, istinto, immediatezza, onestà. 

La frase che ci è stata rivolta più spesso alla fine dei concerti è “oh, non è il mio genere ma siete bravissimi!!!”… forse il nostro pregio è proprio il fatto di suonare cose difficilmente etichettabili, ma che arrivano al cuore di chi ci ascolta!

 

AngelDevil: Qual è il consiglio migliore che avete ricevuto sul fare musica e chi è stato a dirlo?

Kid: L’avvento del Punk ha insegnato a tutti la cosa più importante che un artista non dovrebbe mai dimenticare: quello che conta è avere qualcosa da dire, ed esprimerlo seguendo il proprio istinto; la forma e la tecnica servono a poco..

  

AngelDevil: Per concudere vi lascio le ultime parole da usare in piena libertà…

Grazie per lo spazio che ci hai concesso.

Kid: Seguiteci sui nostri siti per essere sempre aggiornati sulle nostre iniziative, live e video in uscita “ THE SWITCH IS ON!!!! “ Rock’n’Love  

 

 

 

 

LEGGI LA RECENSIONE

Pubblicata il 5 luglio 2010