CONDIVIDI

 

Italy In Progress Tour 2010

 

 

Daedalus – Twinspirits – Ytse Jam kr

 

 

 

Mep Sestri Levante (Ge)

 

 

Report e foto di Fabrizio Tasso/Andrea Lami

 

 

Ragazzi è il primo Aprile e non si tratta di uno scherzo!! Il Prog-Metal sbarca in liguria e più precisamente al Mep di Sestri Levante (Ge), locale che si sta facendo sempre più strada nell'ambito Rock-Metal. Infatti dopo aver ospitato sul loro palco i K2 ovvero Kee Marcello (ex Europe), Marco Mendoza (Whitesnake, Thin Lizzy etc) e Mike Terrana (Rage-Masterplan-Axel Rudi Pell, etc.) ci regala un'altra serata memorabile ospitando la prima data dell'Italy In Progress Tour 2010 che porta in giro per la penisola i Twinspirits e gli Ytse Jam kr questa sera accompagnati dai genovesi Daedalus.

Ad aprire le danze sono proprio quest'ultimi che si presentano al pubblico del Mep forti di ben due cd ("Leading From A Mistake" e "The Never Ending Illusion", quest'ultimo mixato da Roland Grapow ex chitarrista degli Helloween ora nei Masterplan). Il Sound dei Daedalus è un mix molto ben riuscito di band quali Dream Theater-Rush-Iron Maiden e una buona dose di originalità. I brani si rivelano molto godibili è il pubblico mostra apprezzamento, in particolare colpiscono i lunghi passaggi strumentali fatti di frequenti cambi di tempo e il cantato di Davide Merletto che a tratti ricorda Tobias Sammet (Edguy-Avantasia). Il tempo a loro disposizione è di circa una mezz'ora nella quale si susseguono brani estratti dai loro cd più un inedito che andrà a far parte del loro prossimo Full Lenght in uscita verso Ottobre 2010. Nel complesso una bella prova della band genovese che scalda a dovere il pubblico. Promossi.

Sono le 23:00 ed è l'ora dei Twinspirits nuova creatura generata dal polistrumentista Daniele Liverani già famoso per i suoi precedenti lavori con Empty Tremor-Khymera-Cosmics e sopratutto con il progetto Genius che ha coinvolto musicisti di calibro mondiale come Eric Martin (Mr.Big), Jorn Lande (Ark-Masterplan-The Snakes), Mark Boals (Malmsteen-Ring Of Fire), Dc Cooper (Royal Hunt-Silent Force) ed Edu Falaschi (Angra). Come sua tradizione Daniele si è circondato di 4 musicisti di altissimo livello, troviamo infatti Tommy Ermolli (Khymera-Cosmics-Solista) alla chitarra, Alberto Rigoni (Solista) al Basso, Dario Ciccioni (Genius-Hartmann-Khymera) e direttamente dalla Svezia il cantante Goran Nystrom. I Twinspirits promuovono il loro secondo cd intitolato The Forbidden City uscito nella seconda metà del 2009 e a mio modesto parere uno dei lavori più belli usciti in ambito prog-metal negli ultimi anni. Il concerto è quindi incentrato sui brani estratti dalla loro ultima fatica, i suoni sono perfetti e il quintetto dimostra di essere estremamente affiatato e coinvolge il pubblico con una prestazione di rara qualità sfoderando i migliori brani di "The Forbidden City" come "Reaction" e "One Of Us". Il pubblico risponde con calore dimostrando di conoscere le canzoni e facendosi coinvolgere dalla prestazione della band che in quanto a tecnica e presenza scenica è assolutamente all'altezza dei mostri sacri del genere. Menzione particolare deve essere fatta per il singer che dimostra di che pasta è fatto rendendo i brani del cd ancora più potenti e regalandoci uno show davvero coinvolgente. Il picco è raggiunto durante l'esecuzione di "I Am Free", l'ultimo pezzo della scaletta, dove Goran impressiona i presenti con una prestazione devastante che strappa applausi a non finire. Si giunge così alla fine dello show dei Twinspirits che nell'ora a loro disposizione dimostrano di essere pronti al salto di qualità, restiamo in attesa di vederli in palcoscenici più degni della loro bravura.

Mezzanotte si avvicina ed è ora il turno degli headliner della serata gli Ytse Jam kr band che, come recita il loro sito, è stata la cover band italiana ufficiale dei Dream Theater dal 25.11.06 al 31.12.07 vincedo il concorso indetto dall'ormai disciolto Fan Club italiano (tra l'altro in giuria c'era anche un certo Jordan Rudess). Che dire di questi 5 ragazzi? Se hanno vinto il concorso ci sarà stato un perché ed il pubblico del Mep se ne accorge immediatamente. La partenza è micidiale ed è affidata a "Overture 1928" - "Strange Deja-Vu" dall'immenso "Scenes From a Memory" ma il meglio deve ancora venire. Con il poker "Fortune In Lies", "Wait For Sleep" "Surrounded", "Panic Attack", "As I Am" metton a dura prova le coronarie del pubblico, se chiudo gli occhi mi sembra davvero di trovarmi ad un concerto della band madre! Le qualità tecniche sono eccezionali, il cantante Luca Marconi sembra il miglior LaBrie e il resto della band non è da meno. Si giunge infine alla "At The End Of The Show" ma i 5 ci regalano ancora un paio di pezzi, prima con "The Spirit Carries On" con un'interpretazione da brividi eseguita alla perfezione e poi con "Metropolis" che fa spellare le mani del pubblico. Nota particolare: Davide Calabretta il batterista è un clone di Mike Portnoy sia a livello tecnico che di aspetto.
In conclusione è stato un bellissimo evento che ha soddisfatto il pubblico (affluenza discreta anche contando che era Giovedì sera e che durante la giornata la zona è stata flagellata da un nubifragio), speriamo di rivedere presto all'opera tutte le band che si sono esibite questa sera perché ne vale assolutamente la pena. Ringraziamento personale a Daniele Liverani persona squisita e vero professionista.

 

Track list:
Daedalus:
01 waiting for the dawn instr.
02 perfect smile
03 life
04 the dancers
05 until you're here new track
06 a journey to myself

Twinspirits :
01 the forbidden city
02 number one
03 my future
04 reaction
05 arrival
06 One of us
07 I am Free

Ytse Jam kr
01 overture 1928-strange deja-vu
02 fortune in lies
03 wait for sleep
04 surrounded
05 panic attack
06 as i am
07 the spirit carries on
08 a rite of passage
09 metropolis

 

Pubblicato l'8 aprile 2010