CONDIVIDI

INTERVISTA CON LA STILISTA  

 

SVEDESE  LENA QUIST 

Models Helena & Twiggy

La passione per la musica rock è la vera fonte d’ispirazione per le collezioni create da Lena Quist, stilista di moda estrosa e geniale di Malmö, Svezia. Le sue creazioni sono davvero particolari, colorate, sensuali e ovviamente molto rock style. Ingredienti perfetti per una collezione glam rock anni ’80.

 

AngelDevil: Come hai deciso che saresti diventata stilista? Cosa ti ha portato nel corso degli anni a questa carriera?

Lena: Quando avevo 14 anni, dato che la moda ci sembrava stesse diventando troppo monotona, io e un’amica abbiamo iniziato a fare bozzetti di capi di vestiario; dopo un po’ ho iniziato a pensare che avrei potuto farlo come lavoro quindi ho imparato a cucire e a realizzare i miei abiti. Da quel momento in poi la strada è stata tutto tranne che facile. Ho iniziato frequentando dei corsi di design e cucito ma mentre frequentavo questa scuola ho cominciato ad avere dei dubbi quindi mi sono presa un periodo di pausa. Mi hanno invitata alla settimana della moda di Copenhagen e da quel momento mi sono resa conto quanto mi mancasse creare abiti così mi sono trasferita a Malmö per studiare disegno di moda, costruzione di trame e realizzazione di corsetti d’epoca. Ho amato ogni singolo momento di quell’esperienza quindi quando ho terminato la scuola ho dato vita al mio brand realizzando pezzi unici, era ancora un hobby all’epoca. Dopo un anno ho deciso che era arrivato il momento di portare tutto al livello superiore e ho dato vita ad una vera e propria società ma nello stesso periodo lavoravo altrove -un lavoro noiosissimo- e per i primi tempi ho preferito guadagnare qualcosa a discapito della possibilità di dare sfogo alla mia creatività fino a che mi proposero di organizzare una sfilata per la fiera di Malmö. Accettai la proposta e da quel momento mi resi conto che non sarei più riuscita a ritornare a quel lavoro che odiavo. Ho mollato e non mi sono pentita. L’ultimo anno è stato davvero il migliore della mia vita anche se non sono mai stata così povera pur lavorando così tanto. Forse un giorno questa situazione cambierà, speriamo!

AD: Come descriveresti lo stile delle tue creazioni?

Lena: E’ puro rock’n’roll!! Ma con un tocco di qualsiasi cosa che mi influenza in un determinato momento. Ad esempio adesso mi piace uno stile che unisce la femminilità delle donne e un tocco diabolico, quindi credo che l’ultima collezione abbia un accento punk bondage ma carino e femminile.

 

AD: La musica influenza il tuo lavoro in modo evidente. Quali sono gli artisti che ti hanno ispirata e influenzata?

Lena: Kiss, Alice Cooper, Mötley Crüe e qualcosa di Madonna degli anni ottanta. A volte amo mischiare con qualcosa stile Sex Pistols, Ramones, insomma la vera old school punk.

 

AD: Come sei arrivata a lavorare con band come Crazy Lixx, Danger e BlackRain?

Lena: Per iniziare con i Crazy Lixx; siamo della stessa città. Luke e io ci vediamo spesso e la sua ragazza Twiggy è una delle mie modelle. Sono entrambi cari amici quindi credo che la collaborazione sia nata dalla nostra amicizia. Una cosa divertente è che nonostante tutto è da poco che sto lavorando ad un outfit da concerto per Luke. Per quanto riguarda i BlackRain mi hanno trovata su myspace, gli sono piaciuti i miei lavori e mi hanno contattata. Molti mi contattano via myspace non tramite il mio sito, è figo!

 

AD: Qual è il capo più interessante o più speciale che hai creato?

Lena: Ho due risposte a riguardo; un corsetto completamente rivestito di piccoli specchietti e un abito in pizzo nero con un effetto molto speciale sulla schiena, davvero eccezionale. La cantante dei Down in June l’ha visto durante una sfilata e se n’è innamorata, me lo ha ordinato immediatamente e ora lo indossa regolarmente sul palco.

 

AD: Con quanto anticipo lavori sulle tue collezioni e come si svolge il processo creativo?

Lena: Quando ho iniziato questa carriera cominciavo a lavorare sulle mie creazioni almeno un anno prima. Ma ora non riesco più a farlo..dopo così tanto tempo passato a lavorare sempre sugli stessi capi raggiungevo un livello di noia e di stanchezza che arrivavo al momento della presentazione con un senso di vomito. Ora invece lavoro con un anticipo di sei, otto mesi e continuo fino al giorno prima della presentazione. E poi ricomincio. E’ molto più divertente sia per me che per i miei clienti che in questo modo hanno capi nuovi più spesso di due volte l’anno.

 

AD: Dimmi qualcosa delle nuove collezioni (autunno inverno 2009/10). Come le hai ideate?

Lena: Il prossimo autunno inverno presento una collezione chiamata Psycho Circus ed è il mio tributo ai Kiss. La prima parte è ispirata dai loro fighissimi abiti da performance che ho fatto diventare un mix di heavy metal e burlesque, con un tocco della mia pazzia. La seconda parte invece non è ancora ben definita: ho sempre voluto creare un tributo ai Kiss ma solo da poco mi sono resa conto di avere la possibilità di creare qualcosa di davvero grande da questa idea. Voglio render loro giustizia.

AD: A cosa stai lavorando ora?

Lena: Lavoro sulla collezione autunno inverno e preparo le mie sfilate che si terranno in Inghilterra il 27 giugno, in più ho qualche ordine molto speciale per alcune rockstars e modelle in aggiunta a tutti i miei soliti ordini.

AD: Vuoi aggiungere qualcosa?

Lena: Sì, questa settimana festeggio il primo anniversario della mia carriera da designer, un anno da quando ho mollato quel noiosissimo lavoro che avevo prima! La miglior decisione che io abbia mai preso. Quindi per festeggiare e per ringraziare tutti ho deciso di fare il 20% di sconto su tutti i miei capi fino al 30 giugno.