CONDIVIDI

ROCK YOUR WEEKEND

 

AGAINST ME!

 

NOTIMEFOR, HEIKE HAS THE GIGGLES

 

Bloom di Mezzago 11/11/2011

 

Report e foto a cura di Andrea “Canthc” Cantelli

 

 l'introduzione a cura di  Luca Casella 

 

 

 

Solo soletto mi avvio verso l'alta Brianza per giungere al Bloom di Mezzago dove è sempre un piacere andare a gustarsi un concerto. Questa sera ci sono gli AGAINST ME!. Come sempre arrivo in largo anticipo sull'apertura dei cancelli ( a volte devono ancora finire di costruire il locale...) . Aspetto facendo la fila notando la eterogeneità dei presenti dal ragazzino giovane alla coppia di cinquantenni dall'alternativo con i pants ultra-slim al punk-rocker e sento parlare anche lingue straniere vicino a me .

Appena entrato comincio a salutare amici e nemmeno il tempo di ambientarmi che sale sul  palco il primo gruppo, Heike Has The Giggles.Un trio di Ravenna e dintorni formato da una ragazza alla voce e chitarra e due ometti tra basso e pelli. Rimango subito rapito dal sound diretto, minimale, monocorda ma piacevole che esce dalle casse, un misto tra power-pop, garage e rock minimale anni 90 un po difficile da definire per me ma anche per loro... infatti dopo il concerto chiedo al batterista di definire la loro musica e come risposta ottengo: " bho ? tu come la definiresti ?" ok allora siamo d'accordo. Comunque torniamo al sodo, nel poco tempo a loro disposizione ci eseguono pezzi dal loro album uscito a giugno 2011. La voce di Emanuela è bella e ben intonata con la musica, è un genere che ascolto raramente, ma seguo con interesse tutte le canzoni ed anche il pubblico apprezza applaudendo e lanciando apprezzamenti sia sulla musica sia sulla cantante dal faccino simpatico. Buona prova. Ultimo pezzo il gruppo saluta e prima pausa bar o sigaretta ( per chi fuma ).  Rigraziamenti : alla Hard-Staff per l'ospitalità ed al Bloom per essere un locale davvero "popolare".

 

Ora lascio la penna al nostro Andrea Cantelli, giunto dalla terra di Romagna giusto per l'evento, che descriverà ciò che è accaduto dopo.

Una trafila impressionante di 1 è presente sul calendario e qualcuno mi aveva anche detto che la data palindroma avrebbe portato la fine del mondo, poi tanto il mondo non finisce mai e quindi continuo a fare quello che mi viene meglio, ovvero andare a concerti punk rock. Come in tutti i miei report la storia parte da casa mia e in ritardo siderale passano a prendermi tre quinti dei Lantern (Zama, Jge e Marchino), e essendo indietro sulla mia ipotetica tabella di marcia ci mettiamo subito in strada sferragliando a più non posso in direzione Mezzago location della prima data del Rock Your Weekend.

Nonostante una guida costante in corsia di sorpasso puntata a guadagnare minuti al navigatore neanche fossi Dean Moriarty arriviamo al Bloom che la serata è appena iniziata e sul palco si stanno esibendo gli Heike has the giggles, terzetto Ravennate. Poi scoprirò di conoscere il batterista Guido. Assisto solo gli ultimi due pezzi tra l’altro distratto intento a fare i saluti di rito e quindi non riesco a farmi un’idea precisa sulla band, ma vi invito ad andarveli a sentire in rete e di controllare la loro sezione date che ho visto che prossimamente suoneranno un po’ ovunque in giro per l’Italia e non solo.

Approfitto del cambio palco per farmi un giretto nel locale nel quale ero stato in precedenza una sola volta una decina di anni fa per vedere quello che fu il primo live nel nostro paese dei Poison The Well. Devo dire proprio un bellissimo locale con tanto di libreria e punto biologico annessi.

 

Proprio mentre sfoglio qualche libro sento che sul palco stanno per iniziare i NoTimeFor, e mi dirigo verso lo show. Gli NTF per chi non li conoscesse sono un quintetto pop-punk da Milano ormai attivi da diversi anni e conosciuti anche all’estero.Come già avevo sentito il loro sound nell’ultimo periodo si è evoluto e sono passati da un pop-punk classico ad un più moderno e ora si potrebbero accostare a band come Titlefight. Buona prestazione per la band di Milano che intrattiene a dovere il pubblico presente (locale praticamente pieno!). Ci accorgiamo che non abbiamo ancora mangiato e ci prendiamo una confezione di biscotti al punto biologico dentro il locale io li accompagno con del vino (oggi vado di vino rosso che sono indietro anche sulla tabella di marcia alcolica e devo mettermi in pari).

Ma altro che biscotti biologici (che sanno troppo di burro o margarina che sia) il piatto forte della serata sono gli Against Me! da Naples, Florida. Era qualche anno che per un motivo o l’altro non riuscivo a presenziare ad un loro concerto e negli occhi avevo ancora quel bellissimo show che fecero al Covo di Bologna nel 2007. La band parte a mille con “I still love you Julie” e il pubblico si scatena subito di qui fino alla fine del concerto gli Against Me! non si fermeranno più per un attimo e via di seguito un pezzo attaccato all’altro per uno show di una potenza indescrivibile e per un’ora circa punk rock di altissima classe fino alla chiusura in cui fanno una dietro l’altra “Trash Unreal” e la malinconicissima “Sink Florida Sink”. C’è pure spazio per qualche bis in modo da mandare a casa tutti contenti. A fine concerto Tom Gabel e soci si intrattengono con il pubblico per parlare e fare le foto di rito con i fan, noi ce ne sbattiamo altamente dei 350 km che dobbiamo guidare in notturna e facciamo serata al locale bevendo con gli amici locali, facciamo tardi e poi via di nuovo in marcia nella notte sulla A14 verso casa, prima che luce ci prenda.

Insomma dopo quattro anni è stato un piacere tornare a vedere gli Against Me!, spero solo che la prossima volta dovrò aspettare di meno.

Un saluto e alla prossima.