CONDIVIDI

GLAM FEST 2011

 

WIG WAM


H.A.R.E.M.  e NOISE POLLUTION

 

Sottotettto di Bologna-28 Ottobre 2011


Report e foto a cura di Andrea Lami

Questa sera ci viene offerta una ghiottissima occasione dalla BOLOGNA ROCK CITY che per festeggiare la pubblicazione di due album e per far le cose alla grande, chiama dalla lontana Norvegia i WIG WAM, alla prima apparizione italiana, il tutto sotto l'insegna della quinta edizione del Glam Fest

Ad aprire le danze vengono chiamati i NOISE POLLUTION che approfittano della serata per rinnovare l'attenzione su di loro, vista la recente pubblicazione dell'album d'esordio. La loro esibizione è un concentrato di passione e grinta e la musica che ci propongono è figlia di un hard rock senza tanti fronzoli. Il quintetto bolognese gioca in casa e butta sul palco tutta quella voglia di divertimento che si può trovare in ragazzi giovani come loro. Le canzoni scelte per la serata sono praticamente tutte estratte dall'omonimo album appena sfornato. Una band da tenere sott'occhio sicuramente, visto che dall'esordio hanno compiuto notevoli progressi. Rimaniamo in attesa dell'uscita del primo video che aiuterà sicuramente il gruppo a farsi conoscere ed apprezzare agli affezionati del genere.

Breve cambio di palco ed è la volta dei lucchesi H.A.R.E.M. anch'essi presenti al Glam Fest per festeggiare l'uscita del loro primo live costituito da un doppio vinile numerato e limitato che farà gola a tutti i fan della band come il sottoscritto. Il loro spettacolo è come al solito un cocktail di potenza e divertimento, caratteristiche principali che la band mette in evidenza apprezzate da chiunque si avvicina alla loro musica. Bastano poche brani per coinvolgere una parte del pubblico presente in cori e balli. Canzoni come “Kings Of The Night”, “Alien”, “Shake me”, tutte contenute nell'album presentato questa sera, hanno nel proprio dna dei ritornelli che fanno subito presa ed un'impatto che risulta difficile non battere il piedino o scuotere la testa tenendo il tempo. Vengo sempre impressionato favorevolmente da questo quartetto toscano che ha appreso a piene mani dalla scuola dei Motley Crue-Motorhead ma che da tempo ha raggiunto una maturità compositiva tanto da essere facilmente riconoscibili. Freddy Delirio ha voce da vendere, Matt Stevens e Nik Giannelli -il secondo reduce dall'influenza- suonano e non si fermano praticamente mai. Max dietro alle pelli è una garanzia di precisione e robustezza. Non viene rilevato un calo di tensione per tutta la durata della loro esibizione, il cui culmine viene rappresentato da “Shake Me”. Chiude il set la cover di cooperiana memoria “Lost In America”, ci rivedremo presto in qualche altro palco.

Sono le 23.30 quando -dopo i soliti cambi palco- i WIG WAM si impossessano del Sottotetto. “No Stop Rock'n Roll” apre la serata, seguita da “Do Ya Wanna Taste It” e “Bless The Night”. Finalmente il pubblico -più voluminoso- si è avvicinato ed accalcato sotto al palco ed è pronto a far festa insieme alla band. La voce di Glam mi stupisce fin da subito per estensione e capacità, qualcosa di più di una piacevole conferma. L'ultimo album (“Non Stop Rock'n Roll” 2010) viene letteralmente saccheggiato e l'ennesima canzone estratta “Rocket Through My Heart” ha tutte le qualità per far divertire i presenti. L'assolo di chitarra di Teeny, simpaticamente intitolato “Erection” permette agli altri membri della band di riposarsi un attimo. “From Here” rappresenta il momento più dolce della serata, una canzone per sola voce e tastiera che mette ancora una volta in mostra le qualità di Glam. Si riparte immediatamente con una manciata di brani come “Hard To Be A Rock'n Roller”, “C'mon Everybody” fino ad arrivare all'ultima canzone “In My Dream” nella quale Glam torna sul palco con un copricapo dei nativi americani. I Wig Wam si confermano come una band affiatata, spassosa, che si diverte e fa divertire merito anche di canzoni di facile presa, spiritore ed allegre. A fine concerto abbiamo avuto la fortuna di chiacchierare con i quattro musicisti che ci hanno confermato di essere al lavoro per il nuovo album e che sperano di poter tornare con un tour europeo in piena regola. Grazie ancora a Bologna Rock City per tutto quello che sta facendo, sia a livello di organizzazione di concerti che a livello discografico.

 

 

WIG WAM

H.A.R.E.M.