CONDIVIDI

MXPX ALL-STAR + CANCER + TEENAGE BUBBLEGUMS + FANKAZ + ANTARES @ Voodoo Club – Comacchio 02/04/2012

Report e foto a cura di Andrea “Canthc” Cantelli

Lunedì sera ed io mi sto riprendendo alla meglio dopo il pesce d’Aprile nel quale i The Apers annunciavano il loro scioglimento, su horror channel non c’è niente e sto ascoltando da sobrio il nuovo disco dei Municipal Waste insomma una gran tristezza, per fortuna quello era solo il preserata infatti il tempo di radunare un po’ di amici e si parte alla volta di Comacchio (ultimamente son sempre al Voodoo) stasera è una serata speciale, è la prima data del tour Europeo degli Mxpx All Star.

 

Ora tu mi chiederai…” Cant cosa vuol dire mxpx All-Star? Han cambiato nome?”…su chiedimelo!

 

Mxpx All star sarebbe Mike Herrera storico cantante della band che va in tour con una band non ufficiale a fare canzoni degli Mxpx visto che gli altri due membri sotrici (Yuri e Tom) da qualche anno a questa parte suonano solo in studio e fanno qualche concerto sporadico negli Stati Uniti. La versione Europea di questo progetto vede assieme al mitico Mike Herrera i Cancer, un’ ottima punk rock band di Zurigo. In scaletta ci sono quattro band prima degli Mxpx, probabile che tu non abbia voglia di leggere dei supporter, quindi sarò rapido:

 

Antares: son dei fighi, limonano tra di loro, fanno speedrock, al merch vendono una maglia con Shaquille O’neal e hanno dei gusti sui pantaloni discutibili…un punk rocker può chiedere di meglio come gruppo di apertura? La risposta è no!

 

Fankaz: Melodic Hardcore di ultima generazione, pezzi un po’ ostici e non troppo orecchiabili, la loro esibizione me la passo al bar e poi a fumare parlando con Franz del fatto che Trezeguet mi manca un casino e non credo ci sarà mai più un attaccante come lui alla Juve.

 

Teenage Bubblegums: come disse Andrea dei Manges su twitter qualche tempo fa: “I Teenage Bubblegums hanno trovato la formula per il concerto perfetto in dieci minuti”.

 

Cancer: Svizzeri belloci con un cuore pieno di punk rock, probabile tu non li conosca, quindi se mi vuoi dare retta, segui il mio consiglio e dagli un ascolto…vedrai che non ti consiglio male.

 

Ed eccoci finalmente al momento tanto atteso, erano infatti diversi anni che gli Mxpx non scendevano in Italia, personalmente li ho sempre seguiti quando sono venuti in Europa nelle ultime occasioni e mi sono sempre dovuto spostare all’estero.

Partenza alla grande con “Tomorrow’s another day”, e poi da li in poi una hit dietro l’altra, per questo tour noto con piacere che le canzoni proposte sono per lo più tratte da “Panic” e “Slowly going the way of the buffalo” due album che secondo me hanno lasciato un segno indelebile nel decennio in cui sono usciti. A Metà concerto Mike Herrera fa tirare un po’ il fiato ai Cancer (non de ve essere facile fare due esibizioni live con 10 minuti di pausa in mezzo…per lo più se si parla di punk rock!) e diletta i presenti con un po’ di pezzi in acustico, inizia con una versione strepitosa di “Late again”, dove reinventa completamente la melodia della voce, poi “Doing time” e su richiesta (del sottoscritto) ci fa pure un pezzo dei Tumbledown (altra band di Mike Herrera, fanno country).

 

Dopo un quarto d’ora di si set acustico, torna il resto della band sul palco per il rush finale , con qualche pezzo tratto dal nuovo album che è uscito proprio in questi giorni “Plan Within Plans” e qualche vecchia hit “Heard that sound” “My life Story” “Punk Rock Show”.

 

Insomma il concerto mi è talmente piaciuto che la sera dopo ho pure bissato e sono andato pure allo show di Firenze.

 

Un ringraziamento particolare a Mike Herrera ed ai Cancer per due splendide serate e alla dedica che mi hanno fatto per Far Away. Penso da questo report si sia capito che sono un superfan di questa band, di solito infatti non parlo così tanto di musica quando scrivo.

Un saluto, noi ci si sente al prossimo report.