CONDIVIDI

Livorno Rock

 

 

Festival nazionale per gruppi musicali

 

Domenica 15 Novembre 2009 @  King Club Livorno

 

 

Report a cura di Stefano Lucarelli

 

 

Livorno Rock: verso il gran finale

La quarta - ed ultima - serata di selezione per la finale del festival Livorno Rock 2009, si è tenuta ancora una volta presso il King Club, luogo deputato per quest’anno ad ospitare il rock contest labronico.
Domenica scorsa sono stati undici i gruppi che si sono esibiti sul palco del già citato locale, ovvero quelli che mancavano all’appello della giuria, per poter decidere “quella sporca dozzina” che il 22 novembre si contenderà il premio finale.
I primi ad esibirsi sono stati quelli de La Corte dei Folli, sestetto di Arzignano (VI) che ha proposto un rock con forti influenze folk (grazie anche all’uso della fisarmonica e del mandolino) e testi particolarmente significativi.
A seguire una musica di tutt’altro genere, puro hard rock, quello di quattro musicisti pisani, gli Zar.
Singolare è stata l’esibizione dei Bar Noir di Roma. Questo quartetto (“noir” di nome e di fatto) ha esordito dedicando l’intero set a “un cuore che non c’è più”, Alda Merini, ed ha eseguito i tre brani a disposizione con una voce solista che non era un cantante, ma una voce recitante con tanto di megafono.
Il quarto gruppo in programma è stato quello dei Bradisisma, provenienti da Ferrara: rock italiano che, in alcuni passaggi, a molti ha ricordato il Vasco nazionale.
I Malaparte di Baronissi, provincia di Salerno, nel tempo a loro disposizione, ci hanno fatto ascoltare del buon rock spinto al massimo.
È stata poi la volta di un gruppo livornese, i Sixteen, una vecchia conoscenza di Livorno Rock: nonostante la giovanissima età dei componenti, questa boy band formata da tre elementi, è già stata finalista nell’edizione dello scorso anno.
I Maieutica, gruppo di Padova, sono stati i settimi ad esibirsi ed hanno offerto al pubblico in sala un rock potente con una discreta presenza scenica, aiutata anche dalle folte capigliature di cui i componenti sono dotati.
Esibizione fuori dall’usuale contesto rockettaro quello della napoletana Sydneysband, un delicato duo di chitarre e voci, purtroppo sfortunato per un infortunio occorso alla mano sinistra di uno dei componenti, che non ha così potuto dare il suo contributo chitarristico.
Dalla lontana Foggia sono arrivati a Livorno Rock i Black Dhalia, unica band della serata a presentare una voce femminile. La ragazza, che suona anche le tastiere, ha dimostrato una certa sicurezza esibendosi, nel secondo brano a disposizione, in una performance con solo piano e voce.
Un altro gruppo livornese, gli Alfa Nefer, avvalendosi di un largo uso delle tastiere hanno proposto un genere che, in un brano in particolare, ci ha ricordato la PFM di “È festa”.
Ultimi ad esibirsi sono stati i viareggini Acidbit, un quartetto di rock elettronico che si è avvalso del sapiente utilizzo di suoni campionati.
Il simbolico “premio simpatia” in questa serata è stato attribuito agli Zar di Pisa.
Dopo foto e saluti di rito, la giuria si è ritirata per stilare la lista dei dodici finalisti di domenica prossima. C’è da dire che i gruppi in finale avrebbero dovuto essere dieci, ma proprio per il numero di partecipanti meritevoli di accedere all’ultimissimo appuntamento, è stato deciso di portare a dodici il numero dei finalisti. Ecco di seguito – in rigoroso ordine alfabetico – i nomi di coloro che cercheranno di aggiudicarsi il primo premio di Livorno Rock 2009:

ACIDBIT (Viareggio)
BLUE POPSICLE (Firenze)
CARAMELLOW (Arezzo)
KIND OF CAMILLA (Bolzano)
LA CORTE DEI FOLLI (Arzignano – VI)
LABIRINTO INTERNO (Torino)
MAIEUTICA (Padova)
MALAPARTE (Baronissi – SA)
OVERDRIVE (Capannoli – PI)
SENZAFISSA DIMOIRA (Navaccho – PI)
SIMPLODIA (B.go San Lorenzo – FI)
THE SCARLETT (La Spezia)

Appuntamento quindi per domenica 22 novembre, alle ore 21 presso il King Club di via Provinciale Pisana a Livorno per la serata finale di Livorno Rock 2009!

 

 

Stefano Lucarelli

 

www.myspace.com/livornorock

www.livornorock.it/

Pubblicato il 17 Novembre 2009