CONDIVIDI

13 marzo 2012

MOTION CITY SOUNDTRACK: ad aprile per un'unica data italiana

E' il 1997 quando Joshua Cain (chitarra) e Justin Pierre (voce), poco più che adolescenti, decidono di formare una band. Reduci da varie esperienze musicali, i due ragazzi di Minneapolis, iniziarono a suonare assieme l'anno successivo, scrivendo fin da subito i brani che andranno a comporre il primo EP "Kids For America", uscito nel 2000 e seguito pochi mesi dopo da "Back To The Beat", entrambi autoprodotti.
Nel 2002, dopo alcuni cambi di formazione, la band trova finalmente la sua stabilità, che mantiene fino ad oggi. Iniziano così le registrazioni del primo full lenght "I Am The Movie", che verrà pubblicato a metà dello stesso anno. Anticipato dal portale Punk News come un "disco dalla produzione stellare", l'album verrà rilasciato in confenzioni fatte a mano dalla band usando delle custodie per floppy disc. A lato di queste peculiarità da collezionisti, l'album riscuote un enorme successo e consente ai MOTION CITY SOUNDTRACK di raggiungere una discreta fama, tanto che verranno notati da Mark Hoppus dei Blink 182, con il quale entrano subito in studio, impegnati nella realizzazione del nuovo album, "Commit This To Memory", che vedrà la luce nel 2005 e verrà anticipato dal singolo "Everything is Alright", caratterizzato dai featuring con Patrick Stump dei Fall Out Boy e con lo stesso Mark Hoppus. 
Gli anni procedono tra una tournée e l'altra, e i Motion City Sountrack tornano in studio nel 2007 per registrare i brani che andranno a comporre "Even If It Kills Me", preannunciato come uno dei dischi più attesi dell'anno da diverse riviste e critici del settore. Le aspettative non vengono deluse e l'album, che vede la collaborazione di tre diversi produttori tra cui Eli Janney dei Girls Against Boys, viene considerato come uno dei maggiori successi della band, tanto che otto mesi dopo l'uscita dell'album il gruppo realizza tramite iTunes un digital EP acustico con alcune tracce del disco.
L'ultimo impegno discografico è datato 2010 e prende il titolo di "My Dinosaur Life", sancendo la fine della collaborazione con la storica etichetta Epitaph Records, per approdate tra le fila della major Columbia Records. 
Con questo album la band matura ulteriormente, mantenendo comunque ad alti livelli l'energia creativa che l'ha sempre contraddistinti e che sfocia in questa raccolta di 12 canzoni che si spingono ai limiti del power pop: il primo singolo dell'album, "Disappear", ricorda l'angoscia del rock anni '90 con le sue chitarre e voci smorzate; "Pulp Fiction", scritto durante una pausa in Giappone del cantante Justin, è una intro rock eseguita al pianoforte che mette in musica le avventure di uno straniero lontano dalla sua terra nativa.
Nel bene e nel male, i MOTION CITY SOUNDTRACK sono alla costante ricerca di evoluzione, in una continua sfida verso loro stessi sia come musicisti sia come persone che mantengono sempre uno stretto contatto con il proprio pubblico. 
Ed è infatti attraverso i social network e i canali ufficiali che la band continua a comunicare con i propri fan, anche in questo ultimo periodo che precede la pubblicazione del nuovo album prevista per il 2012.
Pare infatti che l'album, già finito di registrare e mixare, verrà pubblicato nel prossimo mese di giugno. Nel frattempo l'unica e imperdibile opportunità per il pubblico italiano di assistere a un loro show è fissata per il prossimo 27 aprile al Live Forum di Assago, alle porte di Milano.
L'occasione sarà resa ancora più interessante dalle probabili anticipazioni, in veste live, dei nuovi brani che andranno a comporre il nuovo album della band.
Di seguito i dettagli della data:
 
MOTION CITY SOUNDTRACK
27-04-12 | Live Forum - Assago (MI) | evento facebook
Ingresso 8€