CONDIVIDI

MR BIG

Martedì 22 settembre 2009 Alcatraz Milano

 

Report a cura di AngelDevil

Foto di Francesco Prandoni

Photo gallery

Sold out per il tanto atteso concerto dei Mr Big che si è tenuto martedì 22 settembre 2009 all’Alcatraz di Milano gremito dai fans, la band si è esibita in un’interpretazione magistrale nei brani che li ha resi famosi. Uno show che è riuscito ad incantare il tempo; uno di quegli eventi da segnare sul calendario. Due ore abbondanti di musica che non conosce limiti ne di spazio, ne di tempo. Ne sesso ne età.

Alle 21.15 sono saliti sul palco Paul Gilbert, Pat Torpey, Eric Martin e Billy Sheehan, la formazione originale nata nel 1988, prendendo ispirazione dal nome di un brano dei Free. Lo show inizia subito potente, e si rimane incantati con l'energia trasmessa da Daddy, Brother, Lover, Little Boy che ha scaldato gli animi del pubblico presente. L’ atmosfera è esaltante. Subito seguono Take Cover, Green-Tinted Sixties Mind, Alive and Kickin, Next Time Around e Hold Your Head Up. Una sequenza appassionante; l’irruenza spontanea degli anni ’80 dettate dalla splendida voce di Eric Martin e una sezione strumentale di riguardo assoluto in cui il veterano Billy Sheenan, il poliedrico Pat Torpey e il guitar heroes Paul Gilbert fanno il resto. In pieno stile eighty sono le note della stupenda e dolcissima Just Take My Heart a far breccia nel cuore dei fans. I tecnicismi si fondono sulla base di un hard rock corposo per coinvolgere il pubblico con le entusiasmanti Temperamental e It’s For You – Mars.

Alle 22 circa è la volta di un bellissimo assolo di batteria, Pat Torpey mette in evidenza (per circa un quarto d’ora) la sua grandezza guadagnandosi un coro di meritati applausi che si leva invadendo il locale. Si passa ad altre hit Price You Gotta Pay, Stay Together, Wild World e Take A Walk; quelle che non ci si stanca mai di ascoltare, perché fanno riscoprire sensazioni perdute, da tenere sempre dentro di sé. La band in gran forma, trasmette una sorta di “onde” invisibili che irradiano le persone che circondavano ogni lato del locale: parte una canzone, gli strumenti scandiscono le prime note, Eric comincia a cantare.. chi urla, chi sorride, chi inizia una telefonata…canzone identica per tutti, ma emozioni differenti in ogni persona.

 

I riflettori ora sono puntati su Paul Gilbert che si “lancia” in assoli trascinanti, la chitarra risplende in tutta la sua brillantezza. E’ indescrivibile cosa riesce a fare. Segue l’immancabile duo Paul Gilbert-Billy Sheehan ed è puro spettacolo, è goduria per le orecchie dei tanti bassisti e chitarristi presenti al concerto. Una sorta di “duello” che si snoda su virtuosismi elettrizzanti sfumando nelle successive Double Human Capo, The Whole World’s Gonna Know e Rock & Roll Over.

Alle ore 22.44 è Billy Sheehan a stupirci con calde note e mood elettrici ai limiti della distorsione;un assolo formidabile che si prolunga come un elastico nella straripante Addicted To That Rush, brano che surriscalda ancor di più il pubblico sempre più entuasiasto dello spettacolo grandioso che la band sta regalando.

 

Ore 23,05, dopo una breve pausa sono le note magiche di To Be With You ad emozionare, canzone negli anni divenuta una tra le ballad più gettonate. Grandi, grandissimi. Dopo le note “paradisiache” torna alto il ritmo con l’esplosiva Colorado Bulldog ci si aspetta spettacolo, e questo avviene. Arriviamo alla fine di questo fantastico concerto con Baba O’Riley scelta dal pubblico per chiudere in bellezza questo evento. Dopo due ore di concerto i Mr Big salutano ringraziando il pubblico. Che dire un grande ritorno che ha lasciato il segno coinvolgendo fin da subito un pubblico numeroso che ha partecipato rapito dalle melodie dei brani proposti in un susseguirsi di emozioni. Il prevedibile Sold out è stata la cornice perfetta ad un concerto perfetto: con tanta allegria e adrenalina allo stato puro regalando sorrisi ed emozioni, una sorpresa per pochi, una conferma per molti.

  

Mentre torno a casa, col sorriso stampato sulla faccia e un po’ di stanchezza; penso a quanto è bello “godere” di piacere per un concerto.

 

AngelDevil

 

Photo gallery

Pubblicato il 23 settembre 2009