CONDIVIDI

Recensione ACE OF HEARTS - Monster

ACE OF HEARTS

Monster

Autoproduzione - 2011

 

Esordio discografico per un nuovo progetto proveniente da Alessandria, quello che ormai a tutti gli effetti è il centro del hard&heavy italiano, la nostra Sunset Boulevard. Gli Ace of Hearts sono una band nata dalle menti del tastierista Antonio Agate (ex Secret Sphere) e del bassista Andrea Buratto (già Secret Sphere ed Hell In The Club) che con il batterista Federico Pennazzato (anche lui Secret Sphere, Hell In The Club ed Odd Dimention), al chitarrista Gianmaria Saddi (Odd Dimention) ed al cantante portoghese Johnny Icon (già Icon And The Black Rose) hanno dato alla luce un ottimo esordio. Le sonorità della band sono molto debitrici al gothic metal e richiamano alla mente per lo più gli HIM, band che io non amo particolarmente, ma questo quintetto mi ha coinvolto sin dal primo ascolto. L’opener “Eternal Life” è coinvolgente quanto basta per schiacciare il tasto repeat appena giunti al termine. Ma la curiosità si impadronisce dell’ascoltatore e proseguendo nell’ascolto vengono alla luce altre perle come “Blood Stained Love” o la ballad “Teardrops”. Oltre alla prova molto convincente di Johnny Icon, il membro della band che spicca è Agate, capace di metterci del suo in ogni brano: ascoltate le sue parti di “Elixir Of Poison”, “Blood Stained Love” o della stessa “Eternal Life” giusto per farvi un esempio delle sue qualità. Il lavoro di Saddi è piacevole e mai sopra alle righe, mentre della coppia Buratto-Pennazzato non so più cosa dire, se non confermare ancora la loro intesa e rimaner ogni volta stupito di quanti generi propongano, risultando credibili in ogni versione. Insomma siamo di fronte ad una nuova band che non ha neanche bisogno di troppo rodaggio. Una nuova realtà da tener sott'occhio direttamente sul loro sito www.aceofheartlegion.com, per eventuali sviluppi in sede “live”. Consigliatissima a tutti, soprattutto alle etichette con occhio ed orecchie ben aperte!!

 

Recensione di Andrea Lami