CONDIVIDI

ANANDA

Wardiares

Seahorse Recording / Audioglobe - 2011

 

I salernitani ANANDA con la loro aura new-age anni ottanta, pubblicano un lavoro dallo stesso sapore, un secondo disco fatto di dodici tracks semplici e abbastanza figlie di madre nota, lente, che si rifanno a quel filone molto in voga nei meravigliosi Eighties, anni che hanno generato correnti musicali culturali da cui nessuno ne riesce ad uscire vivo e da cui ad oggi ancora in molti ne attingono, come se da lì in poi il deserto si fosse impossessato di tutto, del corpo e della mente rendendoli aridi. Le note sono sette e si sa, ma la possibilità di metterle insieme è infinita e qui sta la grandezza della musica, che ad oggi non si è ancora esaurita e mai si estinguerà, essendo il pozzo senza fondo. E’ difficilissimo riuscire a sentire un suono non ancora ascoltato, un giro armonico non ancora inventato, ogni song rimanda a questo piuttosto che a quel cantante o a quella band, e va bene così. Ma donare personalità ai propri lavori è il primo step verso la qualifica che fa di un artista un vincente. Ecco, qui manca la tanto desiderata individualità. Le tracce cupe, darkeggianti e new-wave con accenni di indie-rock percepibili, si susseguono una dopo l’altra dignitose e ben strutturate, ma tutte uguali, sì, alcune più vivaci o inframezzate da un po’ di leggerezza, ma nell’insieme il suono greve la fa da padrone. Forse perché i temi di questo concept album sono la guerra, la ricerca di un dio, la calma e la conoscenza dell’altro, cose pesanti che necessitano probabilmente dell’accompagnamento di un sound indigesto. Le chitarre qua e là sono rubate ai tanto amati Joy Division e alcune di queste schitarrate seguono l’onda ottanta dei Bauhaus. Ian Curtis e soci ringrazieranno chi dall’aldilà (amen) e chi dall’aldiqua. Se “War is now”…che guerra sia allora !!! Line-up: Marco Patavini_basso; Alfredo Palomba_chitarra e voce; Vincenzo Miele_batteria. Link: www.anandaband.com ; www.myspace.com/anandaofficial ; www.facebook.com/Anandaband

 

Margherita Simonetti