CONDIVIDI

CRAZY LIXX

Riot Avenue

Frontiers Records

data release: 20 aprile 2012

 

 

Dopo due anni precisi tornano i glam/sleazy Crazy Lixx con la loro ultima fatica. Questi quattro svedesotti sono balzati all'onor della cronaca per una combinazione di fattori come l'aver pubblicato dei buoni album (due cd più qualche mini) ma soprattutto aver avuto tra le proprie fila quel Vic Zino che da numerosi anni è entrato a far parte della famiglia degli Hardcore Superstar. L'album che ho la fortuna di aver tra le mani è composto di undici canzoni potenti e capaci di coinvolgere, caratteristiche che fanno parte sostanziale del genere proposto, l'unica la differenza è data dalla fruibilità delle stesse, per merito dell'orecchiabilità, della melodia e della semplicità delle composizioni. Non c'è un attimo di tregua in tutta la lunghezza dell'album, se non nella ballad “Only The Dead Know” posta in chiusura e forse complice della bellezza di questo album, tutta racchiusa in questa scelta. Siamo di fronte ad un viaggio che ci porta in posti che conosciamo benissimo e che ci sono piaciuti così tanto che è sempre piacevole tornarci, questa volta però insieme a queste nuove “leve” dell'hard rock/sleazy/glam. Se volete qualche nome di qualche canzone posso dirvi che “Whiskey, Tango, Foxtrot”, “Be Gone” o “In The Night” sono già pronte per esplodere in qualsiasi palco verranno proposte. Non so voi, ma io in questa “Riot Avenue” sto cercando un parcheggio e credo che mi ci fermerò per qualche settimana.

 

Recensione di Andrea Lami