CONDIVIDI

23 agosto 2016

Recensione CRUZH - "Cruzh"

CRUZH

Cruzh

Frontiers Music s.r.l.

Release date: 26 agosto 2016

 

 

 

Il tre è da sempre l'indiscusso e imprescindibile numero perfetto, e con grande piacere possiamo constatare che lo è anche quando si parla di nostra 'Madre Musica' poiché a testimoniarlo, con sviscerata e cristallina passione, sono gli svedesi e romantici Cruzh: band nata dopo lo scioglimento dei glam rockers scandinavi TrashQueen dove militavano il chitarrista Anton Joensson e il bassista Dennis Butabi Borg, ai quali si è poi unito il frontman e tastierista Tony Andersson formando appunto un ottimo trio dedito a un elegante, fresco e brioso AOR/melodic rock in puro stile eighties.

 

 

Il presente e omonimo debut full-lenght nasce da quello che in origine doveva essere il secondo EP, nonché degno successore di “Hard To Get” pubblicato nel 2013, ma grazie a un meritato contratto con l'ineccepibile Frontiers i tre musicisti hanno dato vita a undici tracce dalle intense sonorità storiche, richiamando band altrettanto tali quali Journey, Bon Jovi, FM, Toto e Survivor; ascoltando infatti la brezza estiva del singolo “First Cruzh” (con tanto di apposito video) ci si lascia già coinvolgere dall'armoniosa odissea di un sound che non conosce età.

 

Avete voglia di riassaporare le sonorità del miglior Bon Jovi? Allora date pure il via all'ariosa e positiva atmosfera dell'opener “In N' Out Of Love”, e udirete la sei corde di Anton dare rinnovata linfa all'eclettico rocker del New Jersey. Sintonizziamoci adesso sulle 'frequenze' FM e Journey (sottolineando a priori il personalissimo tocco Cruzh) per lasciarci trascinare in primis dalle avvincenti “You” e “Survive”, e giovarci poi della brillante leggerezza della già menzionata “Hard To Get” e dell'amabile mid-tempo “Stay”; una sequenza consigliata per meglio apprezzare sia la dinamica freschezza che la cristallina poeticità della band. Se adesso ci soffermiamo in quella parte del mondo dove vivono i più profondi sentimenti, ad attenderci vi sono due ballad create a puntino per i cuori che battono all'infinito: la favolistica “Anything For You” e l'ampia “Straight From My Heart”, nella quale a un'autentica serenata, prima acustica e poi elettrica, segue un solo finale assai corposo. L'estate è la stagione delle serate spensierate, dei canti intorno ai falò e dei balli in spiaggia no-stop, e in tal proposito il trio di Helsingborg ha pensato di completare la tracklist con il doppio e invitante rock di “Aim For The Head” e “Set Me Free” e la pepata allegria di “Before I Walk Alone”.

 

È una sensazione fantastica dare libero sfogo all'amore per la musica, ed è quello che i Cruzh hanno fatto con un gradevole album scritto, suonato e interpretato con straordinario trasporto.

Segnaliamo infine che nel ben assortito parterre degli ospiti figura in special modo Erik Wiss (al piano nella traccia “Anything For You”), in quanto è colui che ha prodotto il disco presso il proprio studio Wiss Music Productions di Malmoe.

 

 

Recensione di Francesco Cacciatore

 

 

Tracklist

In N' Out Of Love

First Cruzh

Aim For The Head

Anything For You

Survive

Stay

Hard To Get

You

Set Me Free

Before I Walk Alone

Straight From my Heart

 

 

Line up

Tony Andersson - lead vocals, keyboards

Anton Joensson - rhythm guitar, lead and acoustic guitars, backing vocals

Dennis Butabi Borg - bass

 

Special guest

Erik Wiss - piano on “Anything For You”, intro on “In 'N Out Of Love”

Martin Johansson - backin vocals on “Anything For You”

Patrik Norén - backing vocals on “Aim For The Head

Mattias Silfver - backing vocals on all tracks

Louisian Boltner - drums on all tracks

  

Link

www.facebook.com/cruzhofficial