CONDIVIDI

DARIO “Kappa” CAPPANERA

Code Of Discipline

Bagana Records

Data realese: 28 Aprile 2012

 

Un incalzante groove marchia “Code Of Discipline”,  il debut album solista del livornese Dario “Kappa” Cappanera, di Strana Officina e Rebeldevil. Un disco estremamente voluto, curato, decisamente ben suonato e straordinariamente ben cantato. Ebbene si, per la prima volta il nostro Kappa ricopre il ruolo di cantante e  alterna la furia del rock più duro a momenti di riflessione hard-blues. “Code Of Discipline”  composto da 9 canzoni esce il 12 aprile per Bagana Records. Per parlare di Dario Cappanera come musicista, bisognerebbe scrivere un articolo a parte, perchè la lista è lunga e, oltre alle lodi che si aggiudica come chitarrista, e come tecnico chitarra per alcuni dei più grandi del rock, si aggiunge una bella novità -il Kappa attore- nella sua prima pellicola cinematografica in “I più grandi di tutti” di Carlo Virzì (nelle sale dal 4 Aprile), interpreta il chitarrista Rino della Rock band I Pluto.

 

Un disco che scende a patti solo con il cuore che travalica il semplice significato di disco. Una musica così libera, autentica non può che essere nata per pura ispirazione, come strumento di catarsi personale, spontanea che sa conquistare chi ama e vive totalmente la musica rock come stile di vita. Le note “profumate” di Southern Rock, sono in grado di guidarci nel sogno on the road senza l’idea dello sballo ma con l’umiltà e la forza di un musicista semplice che porta avanti un sogno; la sua passione trasuda in queste nove canzoni secche, graffianti, polverose con l’anima del blues e del ruvido rock. Basterà pigiare il tasto play e dall'iniziale title- track “Code of Discipline” (la sfida di vincere il contrasto tra disciplina e rock’n’roll), con il suo attacco killer resterete ben colpiti dal gran tiro di chitarra e batteria. Ma è la voce (la bella novità) di Dario a dare un vigore straordinario, molto alla Zakk Wilde - voce e chitarra- a questa canzone. Un mix tra hard-rock classico, southern rock - blues, ovvero la miscela perfetta del rock americano...un pugno diretto di fottuto Rock! Fanno il loro “sporco lavoro” anche “Crucifyin’ you” introdotta da una radio sintonizzata su vari canali, scritta quando abitava ad Hollywood nel 2009 e “The Mess”, pura energia che scalda i muscoli a pieno regime nata, come racconta Dario, guidando per cercare la location per le foto, tra i canali di Camp Darby. Decisamente notevoli i ritmi della country rock song che si trova a fine tracklist, “Trouble Honky Tonk”, vi ritroverete a battere il piede e scoccare le dita senza accorgevene... provoca dipendenza, quella che fa bene.

 

E quando Kappa rallenta, l'ascoltatore non può far altro che restare catturato dall'atmosfera che riesce a creare magnificamente in “Nothing Left To Say”, "Constant Sorrow” e “Dogs Are Back in Town”. Tre southern rock ballad adatte alle situazioni più diverse come stare sdraiati sul letto, davanti a un pc a scrivere o in viaggio su un’autostrada che porta lontano lontano... alla fine ovunque tu sia e qualunque cosa tu stia facendo resterai sedotto dal mash-up di ricordi, riflessioni e di sogni che vivono in queste canzoni.

 

E poteva mancare la chicca in questo lavoro? Direi di no...troviamo la stupenda “Still Got The Blues”, un grande tributo a Gary Moore, morto il 6 febbraio 2011, qui cantata per l'occasione da Pino Scotto.. interpretazione molto intensa specie quando si rimane avvolti dal calore vocale. Pino e Kappa la coppia perfetta per eseguire questa storica hit.

 

Concludendo “Code Of Discipline” è un disco sincero, eseguito con energia e aderenza allo spirito della musica di riferimento, questa è la sua forza e la sua originalità e il risultato é da plauso. Un disco da avere, da possedere e amare. Link: www.facebook.com/KappaDarioCappanera - www.kappa.it

 

Recensione di AngelDevil Rock