CONDIVIDI

DEADLY DIVE

Snakebite

Jetglow Recordings

 

 

 

E’ uscito a Gennaio il primo album degli svizzeri Deadly Dive, band ticinese che tocca un po' tutte le corde del patito di hard rock e non solo, vista la chiara predisposizione per sonorità punk oriented. Ad un primo ascolto, trovo molto di gruppi come Ac-Dc o Aerosmith old style ma alcune sferzate tipo la title track, richiamano sicuramente il punk molto in voga negli states una ventina di anni fa. Si perché il disco, molto ben suonato, energico e senza sosta, suona un po' retrò, già sentito, anche se, parere personale, certe sonorità non appartengono a nessuna moda e quindi vanno sempre bene. Quello nel quale si discostano dalle succitate band e da altre come per esempio i Motorhead ( si anche loro fanno parte dei gruppi ai quali si ispirano i nostri eroi) è il fatto che i loro testi sono leggeri, divertenti, senza a tutti i costi dover buttare dentro sesso e droga e questo è un merito per un gruppo che ha la sua forza in un suono chiaramente anni 80’. “Burn The Flag” e “Mark Of The Wild” sono i due pezzi ( l’album prevede 10 canzoni) che più mi hanno colpito, con la loro voglia di fare rock e di far divertire. Un plauso va alla loro casa discografica, la Jetglow di Padova, perché ha voluto credere in loro e ha fatto bene, perché penso che saranno molto coinvolgenti e trascinanti dal vivo. E’ presente ovviamente anche una ballad che ho trovato proprio bella, si tratta di “Waiting For Apologies”, una di quelle canzoni che quando suoni dal vivo ti permettono di rifiatare e al tempo stesso permettono alle coppiette il loro momento di intimità, si proprio bella. Alla resa dei conti non c’è molto di nuovo da riscontrare in “Snakebite”, ma questo non significa che non consigli l’ascolto e il probabile acquisto a chi come me, ama il rock divertente, espansivo, senza troppi fronzoli e dalle interpretazioni molteplici e di facile acquisizione e poi visto quello che si trova in giro, questo sicuramente è un disco per il quale vale la pena lasciarsi un po’ andare senza aspettative allucinanti. Deadly Dive una piacevole scoperta.

 

Recensione di Emiliano Vallarino