CONDIVIDI

DELLERA

Colonna Sonora Originale

MArteLabel - 2011

 

Ogni canzone ha la sua storia, un background solcato da un percorso sonoro sensoriale che si deve tenere presente durante la pratica dell’ascolto del disco in questione. Nulla è lasciato al caso, anzi, la ricerca intrinseca è così profonda da far cogliere timbri e rumori nuovi e inusuali messi qua e là. Lunga è stata l’attesa, anticipata dal fascinoso singolo di lancio “Il motivo di Sima”, per l’uscita del debut album di Roberto Dell’Era solista, già noto ai più in quanto bassista della band italiana per eccellenza, gli Afterhours, nonché protagonista di collaborazioni con musicisti importanti quali i Calibro 35, Dente e Il Genio, solo per citarne alcuni. Ma eccoci qua a parlare del risultato: un lavoro dall’effetto acustico vintage che si pone in uno spazio temporale indefinito, sicuramente lontano da quel digitale un po’ di massa e che, grazie alla registrazione in analogico, ne fa guadagnare parecchio al sound premiando l’artista, o meglio, gli artisti, poiché gli esecutori partecipanti a questo viaggio sono di alto lignaggio, pertanto e di conseguenza, gli arrangiamenti diventano preziosi tanto da conferire un valore aggiunto al già nobile livello di base. COLONNA SONORA ORIGINALE, per un italiano d’origine e inglese d’adozione (e dal panorama british il suo armonico ne attinge senza sosta), è la colonna sonora intesa come pilastro portante della propria esistenza, è una strada scelta e percorsa, è un insieme di conoscenze musicali ricche di esperienza che segnano tutto ciò che si è fatto per arrivare fin qui. Undici tracce imbevute sì di gocce di liquore Afterhours, quello dal sapore più intimista però, e, come dicevamo, di quel profumo del sound anni ’90 di ispirazione albionica che arrivano a forgiare un connubio di cospicuo valore. I suoni sono tanti, tra i quali spiccano il piano scordato estremamente sexy di Sandro Mussida nel fantastico pezzo “Ami lei o ami me”, il violino dell’immenso Rodrigo D’Erasmo in “Oceano Pacifico Blue”, la viola dell’artista Jo Hamilton in “Il tema di Tim e Tom” (cantato in inglese), ma anche rumori di strada, voci e tanto altro. La sensazione che si ha durante l’ascolto è quella di una immersione in un passato dai colori sbiaditi ma ancora fortemente vivo nella memoria, di un tragitto segnato da foto ricordo polaroid profondamente significative, di un on the road che non finirà forse mai e che tinge di malinconico il bellissimo flashback, di un perdersi, di un vagabondare come lo è la vita di ognuno di noi. Tutto ciò, in poche parole, o meglio in una sola, è poesia. Link: www.myspace.com/delleraspace

 

 


Recensione di Margherita Simonetti

 

 

Tracklist:

1.Il motivo di Sima

2.Il ragazzo in motocicletta

3.Ami lei o ami me

4.Per niente al mondo

5.Oceano Pacifico Blue

6.Fine bobina (La memoria)

7.La meraviglia

8.Il tema di Tim e Tom

9.Le parole (Rivoglio il mio disordine)

10.Io e te

11.Giorno dopo giorno