CONDIVIDI

DEVASTED

Never Give Up

Rocketman Records - 2011

 

Nuovo lavoro per i parmensi punkettoni DEVASTED, che ancora una volta dimostrano ai più che il punk non è morto, anzi lo troviamo bello e buono anche a casa nostra. Attivi su e giù dal palco, i quattro italiani dal look ribelle rilasciano un lavoro composto da 14 tracce veloci come il ritmo del punk conviene. Tanti brani che non dimenticano di inglobare in sé una vena ska che alleggerisce positivamente il rapido e sciolto sound e i riff con batteria che detta il tempo, generando uno street punk dalle fattezze interessanti. Il risultato contiene una vena melodica personale che cattura, ma il letto rimane quello dato dalla vibrazione grezza del punk, influenzata da band dai nomi altisonanti che si chiamano Ramones, Rancid e The Clash. Sì, l’ascendente arriva da lì, un mix anglo-americano di tutto rispetto, ma chi se ne frega se le affinità sono palesi, quello che si sente piace, la coesione armonica è evidente, le voci sono buone, che altro importa. Le risonanze acustiche sono sì familiari, ma anche tipiche, dettate dalla professionalità dell’azione finale e sono la dimostrazione che del punk di encomiabile fattura lo si può produrre anche qui da noi. Quindi, al fine di supportare la musica fatta bene che arriva da casa nostra, sarebbe opportuno cogliere ciò che spacca di questa band potentissima. L’energia è fottutamente tanta, il pogo è assicurato e sudare fa bene. La strada è spianata, magari un po’ più di personalizzazione nei lavori futuri sarebbe meglio mettercela, così da crearsi un proprio marchio di fabbrica indissolubile. C’è odore di “Rancid” nell’aria…ma è un odore combinato con la personalità, odore di chi comunque saresti in grado di riconoscere tra mille, odore di Devasted rulez. Line-up: Luca Massarenti_chitarra e voce; Rix Raffi_chitarra e voce; Jimmy Mad_basso e voce; Simone Ghinelli_batteria. Link: www.devasted.com ; www.myspace.com/devastedpunk

 

Margherita Simonetti