CONDIVIDI

ISSA

The Storm

Frontiers Records - 2011

 

 

ISSA un anno dopo...si! Torna alla grande la nuova voce femminile dell'aor melodic/rock Isabell Oversveen, per presentare “The Storm”, il successore del riuscitissimo “Sign Of Angels”. Un album che vive di un'anima in note speciale, perché l'artista stessa ha sottolineato di raccontarsi più a fondo attraverso lo stesso, e di trasmettere i propri sentimenti. Per l'occasione la bionda e bella norvegese si è avvalsa di collaborazioni eccellenti, vedi i fratelli Martin (House Of Lords, Vega, Sunstorm), Robert Sall (Work Of Art), Randy Goodrum (Steve Lukather, Toto) e Magnus Karlsson (Place Vendome) tanto per citare, doverosamente, qualche nome. Sono lieto di poter sottolineare che il già citato “The Storm”, in uscita ancora per la vincente Frontiers, appare lavoro migliore del precedente, in quanto i brani sembrano diretti al cuore con più delicata e trasparente semplicità ad avvalorare quanto detto da Isabell, basta ascoltare il singolo “Looking For Love” (che fa anche da opener alla tracklist), per capirlo subito grazie a un rock vivo e allo stesso tempo garbato, personalmente mi ha tanto entusiasmato perché il giro delle tastiere mi ricorda uno tra i molteplici super brani dell'era '80: “Iron Eagle” (Never Say Die) dei King Kobra. La fresca “Please Hold On”, la suggestiva ballad mid-tempo “Two Hearts”, la briosa rocker “What Does It Take” e la conclusiva ariosa e cristallina title track si fanno accompagnare dalle sonorità di Miss Robin Beck, per la serie, “le magnifiche quattro”. Spettacolare la double “Take A Stand”, più chiaramente, chorus piacevole e armonioso e strofe che grazie alle tastiere, sempre protagoniste, sposano un Within Temptation sound in veste melodica naturalmente, e a proposito di melodia, due sono le sweet ballads che illuminano il cd di lucente passione: la toccante e immensa “Invincible” alla quale Isabell si sente molto legata e “Too Late For Love”, splendido brivido che si lascia avvolgere da un solo di chitarra speciale, due perle dolcissime per un'unica, infinita emozione. Giù il cappello per le impeccabili e super rockers “Black Clouds”, traccia regina del cd, e “You're Making Me”, impreziosita da un chorus così coinvolgente che potrebbe dare scacco matto anche alla stanchezza più pesante; da non sottovalutare infine “Gonna Stand By You”, altra rock song di sottile ed elegante finezza, e la catchy “We're On Fire”. Cosa poter dire ancora in merito a “The Storm”? Che ISSA non si è fatta mancare assolutamente niente e tanto meno ha fatto mancare qualcosa ai suoi fedelissimi, con un album di variopinta e geniale qualità (arricchito dal video clip di “Looking For Love”), e nato sotto un sole che brilla della voce di Miss Isabell Oversveen. Sito web: www.issasite.com

 

Recensione di Francesco Cacciatore