CONDIVIDI

JACK BLADES

Rock N Roll Rides

Frontiers Records

data pubblicazione: 23.03.2012

 

Per raccontarvi chi è Jack Blades, mi basta citarvi le band in cui ha militato: Night Ranger e Damn Yankees. Oppure elencarvi i gruppi con i quali ha collaborato in fase di songwriting: Aerosmith, Motley Crue, Ozzy Osbourne, Alice Cooper, Ted Nugent, Great White, un ottimo curriculum direi.

Oggi il cantante/chitarrista/bassista torna con un album tutto suo a distanza di otto anni dal precedente lavoro solista, non che sia rimasto con le mani in mano durante questo tempo, visto che nel frattempo ha pubblicato due album con i Night Ranger ed uno a nome Shaw/Blades. Questo cd contiene undici brani diretti, semplici, divertenti, che faranno la gioia degli appassionati delle sonorità dolci e melodiche.

 

Canzoni come “Back In The Game”, “Love Life”, “Say You Will” o l'omonima “Rock N Roll Rides” rappresentano il lato più cattivo, basato su ottimi riff di chitarra, mentre “Hardest Words To Say”, “Rise And Shine” rappresentano quello più buono, come le due facce della stessa medaglia. “Rock N Roll Rider” non brilla di originalità con un riff di chitarra che puzza di già sentito e strizza l'occhio a “Celebrity Skin” delle Hole, mentre il chorus ricorda la versione di Vince Neil di “Viva Las Vegas” (originariamente di Elvis Presley), che dire... un bel calderone dal quale ne esce una canzone immediata. “Born For This” mi ha riportato alla mente “A Place To Call Home” del Joey Tempest solista, ma il tutto reso più semplice e diretto. Senza far troppo riferimento alle band madri in cui Jack ha prestato i suoi servigi, mi limito solo a dirvi che è normale trovare delle similitudini ma molto probabilmente si tratta del suo trademark. Ospiti di lusso di questo album: i Night Ranger (Joel Hoekstra, Christian Matthew Cullen, Kelly Keagy, Eric Levy) nonché il batterista Brian Tichy (attualmente tra le fila dei Whitesnake ed ancor prima con Billy Idol, Pride & Glory, China Rain, Shameless ecc. ecc.).

 

 

Recensione di Andrea Lami