CONDIVIDI

JOLLY POWER

Like an empty bottle... Again!

Street Symphonies/Andromeda Records - 2012

 

Dopo la bellezza di diciassette anni viene pubblicato su cd il debut album dei Jolly Power, una band bergamasca capace di andarsi ad infilare in quel grosso calderone di glam/street/sleazy che si era aperto negli anni 80 per merito di album come “Appetite for destruction”, “Open up and say... Ahh!”, “Night Songs” o il precedente “Stay Hungry”, giusto per citare i primi quattro che mi sono venuti in mente. L'unica cosa che mi sento di promuovere è il look, visto che le canzoni mi hanno deluso sia per qualità che per produzione/sonorità. Posso passare sopra a tutto, dalla produzione ai (magari) pochi mezzi per dare alla luce un album, ma non sulle canzoni, all'interno delle quali non ho trovato un senso neanche dopo ripetuti ascolti.

A poco servono, se non ai fan, l'aggiunta di tre bonus tracks ed un video dove si possono vedere le capacità della band: purtroppo la qualità è rimasta quella del 1994 e lascia trasparire solo la carica del quartetto. Non c'è melodia, non c'è un ritornello, un riff divertente, il cantato sembra più urlato che altro, insomma sono rimasto molto deluso e la cosa mi dispiace parecchio, visto che dopo aver letto alcune recensioni ero incuriosito da questo prodotto. Probabilmente, visto che i miei colleghi hanno promosso a gran voce questo album, sarò io a sbagliare e me ne assumo le responsabilità, pronto se del caso a cospargermi il capo di cenere. Delusione, proprio come quando hai la gola secca e in casa trovi solamente una bottiglia vuota!!

 

Recensione di Andrea Lami