CONDIVIDI

Pubblicato il 20 luglio 2016

Recensione KISSIN' DYNAMITE - "Generation Goodbye"

KISSIN' DYNAMITE

Generation Goodbye

AFM Records

Release date: 8 luglio 2016

 

 

 

Il 'bacio esplosivo' è il desiderio infinito che ci rappresenta nel più profondo, questa volta però a darcelo non è l'amata o ambita dolce metà, bensì la musica dei Kissin' Dynamite che ci fanno lieti testimoni del quinto e nuovo full-lenght  “Generation Goodbye”.

 

 

La band tedesca ha preparato un album fedele ai precedenti, che si lega a un modern hard rock potente e immediato costellato da melodie ricche ed eleganti, riff taglienti ed efficaci, ritornelli che conquistano al primo ascolto e soli di totale maestria; la piacevole differenza sta nel fatto che questo non solo è il lavoro migliore, ma consacra a titolo definitivo i giovani musicisti di Tubingen.

È meritevole aggiungere che vi è stata anche particolare attenzione sia per la stesura e gli arrangiamenti delle undici tracce, sia per i testi che descrivono situazioni verso le quali talvolta ci rispecchiamo: la nostalgia, la fine delle più svariate relazioni e il coraggio di cominciarne nuove e renderle ancora più importanti, ma non è tutto, poiché un altro argomento trattato (e a dir poco geniale) è il rapporto della nuova generazione con la tecnologia e i social network, un mondo innovativo racchiuso nell'imprescindibile smartphone raffigurato non a caso nella cover.

 

Sono le prime due tracce a vivere pienamente il nuovo che avanza, ovvero l'avvincente title-track e la vibrante up-tempo “Hashtag Your Life”, nonché singolo avvalorato da un video che inneggia un esilarante selfie show. É particolarmente affascinante osservare il volto del rock, perché ci dà modo di ammirare i suoi lati differenti estasiandoci a più non posso, come per la classicheggiante “Highlight Zone” e le più moderne “Under Friendly Fire” e “Somebody To Hate”. L'esaltazione raggiunge il top grazie all'impressionante effetto stadio di “Flying Colours” e “Larger Than Life” e in special modo alla notevole “She Came She Saw”, nella quale spicca un refrain magnificamente anthemico. Non da meno le tre ballad capaci di arrivare al cuore con battiti ad elevato cardiopalma emozionale: “If Clocks Were Running Backwards” è un palpito che alterna momenti ariosi ad altri struggenti e dove Ande è protagonista di un solo strappa applausi; doveroso sottolineare anche la sentita interpretazione di Hanner e che si tratta del secondo singolo accompagnato da un video ben allineato al brano stesso. Si prosegue con la sostanziosa “Masterpiece”, aggraziata dalla voce perlata di Jennifer Haben (impeccabile frontwoman dei connazionali Beyond The Black) e che avvicenda sonorità più attuali a un refrain pregevolmente vintage; infine c'è l'intensa e maestosa “Utopia”, nella quale il quintetto Made in Germany si fa ulteriormente apprezzare per una teatralità che invoglia a un garantito bis a più riprese.

 

Ma le sorprese non finiscono qui, dato che a suggello di un capolavoro dove potenza, melodia e modernità si alternano equamente, la band ci ha voluto fare gradito omaggio della limited edition impreziosita da ben quattro bonus track: l'immenso eighties style di “Living In The Fastline”, più le già conosciute “Only The Good Die Young” (qui in versione acustica) e le due performance live di “I Will Be King” e “Ticket To Paradise”.

 

Un album al bacio davvero scoppiettante e che conferma (qualora ve ne fosse ancora bisogno) che anche la musica può fare miracoli, e i Kissin' Dynamite lo hanno capito a tal punto da fare del proprio sound il prezioso lasciapassare per la felicità a tempo indeterminato.

 

 

Recensione di Francesco Cacciatore

 

 

Tracklist

Generation Goodbye

Hashtag Your Life

If Clocks Were Running Backwards

Somebody To Hate

She Came She Saw

Highlight Zone

Masterpiece

Flying Colours

Under Friendly Fire

Larger Than Life

Utopia

Living In The Fastline (bonus track ltd. edition)

Only The Good Die Young (acoustic bonus track ltd. edition)

Ticket To Paradise (live in Cologne - bonus track ltd. edition)

I Will Be King (live in Cologne - bonus track ltd. edition)

 

Line up

Hanner Braun - lead vocals

Ande Braun - lead guitar

Jim Muller - guitar

Steffen Haile - bass

Andi Schnitzer - drums

 

Link

www.kissin-dynamite.de

www.facebook.com/Kissindynamiterocks