CONDIVIDI

MAPUCHE

L’uomo Nudo

Viceversa Records / Halidon - 2011

 

Primo full lenght per il cantautore catanese Enrico Lanza, anima del progetto MAPUCHE, che esce con questo album L’UOMO NUDO dopo avere dato alla luce l’EP “Anima Latrina” solo nell’Aprile 2011. Un debutto in grande stile per chi ha iniziato a suonare quasi per gioco, dunque, con due lavori a poca distanza l’uno dall’altro. Già dal titolo arriviamo a presagire che qui il corpo e l’anima si spogliano di qualsiasi forma di pudore e remora ed esternano tutto quanto è possibile, al fine di sentirsi sollevati, e questo “canto libero”, come avrebbe detto qualcuno, sviluppato lungo undici tracce intense, è intriso di tanta ironia sì, ma anche di rancore e collera, espressi tramite chitarre dall’accordatura quasi alterata e da un vocalizzo al limite dell’urlato quasi lacunoso, volutamente imperfetto. Le influenze sono molto chiare, siamo nell’ambito di quel cantautorato che attinge un po’ dal musicista leggero Battisti, un po’ dal poeta De Andrè, un po’ dal grande folk Guccini, ma soprattutto da quell’istrione sottovalutato in vita che fu Rino Gaetano, e subito in apertura con “Il Dromedario” ci si palesa davanti risuscitato e ridesto, e rimane lì anche in “Quando ero morto” e nella lenta e flemmatica “Al mio funerale”. La strumentazione è di quelle sostanziali e radicate nella tradizione, per capirci, che si sposa bene sia con la voce che con il contenuto dei testi. Non mancano le ospitate eccellenti, quali quella di Cesare Basile ne “L’atto situazionista”, dove ne aggiunge spessore suonando l’ukulele, quella di Peppe Sindona al basso in “Malvolentieri”, quella di Carlo Barbaglio alla chitarra slide in “Quando ero morto”, quella di Dario D’Urso al basso in “L’atto situazionista” e quella di Mario Filetti al sax in “Al mio funerale” e in “Malvolentieri” e al flauto ne “L’atto situazionista”. Tutto sommato il materiale presentato è tanto, e il richiamo sonoro della terra siciliana è un valore aggiunto non indifferente che avvolge il tutto col suo inconfondibile calore. Line-up: Enrico Lanza_chitarra acustica e voce; Lorenzo Urciullo_chitarra acustica, chitarra elettrica, basso, mandolino, banjo, synth, piano, organi, cori, percussioni, kazoo, fischi e rumori; Toti Valente_batteria, percussioni, synth.

Link: www.myspace.com/mapuche80

 

 

Margherita Simonetti