CONDIVIDI

Recensione ON-OFF - "Borderline"

ON-OFF

Borderline

Buil2Kill Records

Release Date: 29 Aprile 2016

 

 

 

Ormai giunti al terzo album in studio gli ON-OFF, band composta da Matteo Vago: Voce e Chitarra, Marco Mapelli alla Batteria, Davide Ermellini, Chitarra ed infine  Alessio Fusè al Basso, continuano imperterriti nel loro tentativo di tenere alta la bandiera del Rock ‘n’ Roll puro genuino e senza fronzoli, il loro sound è chiaramente ispirato a quello in auge negli anni ’70 e ’80 dove questo genere cavalcava l’onda del successo e raccoglieva ampi consensi fra la gioventù dell’epoca. Le influenze della band proveniente da Busto Arsizio trovano radice nei mitici AC/DC ma anche nell’animo un po’ più Blues di Led Zeppelin e RollingStones, e di certo potrete trovare una notevole somiglianza con gli odierni Airbourne.

 

 

"Borderline" è un album che rispecchia appieno le caratteristiche di questo gruppo, suono diretto e tagliente, senza fronzoli o contorni sfarzosi, a partire fin dalla prima traccia, "All the Time in Bed With You", chiara matrice AC/DC con questo intro di chitarra leggero e che fa presagire la tempesta in arrivo da lì a poco. Questo lavoro verterà notevolmente su queste tematiche, con la voce di Matteo Vago che cerca di utilizzare una tonalità acida e stridente, non aspettatevi grossi acuti da parte sua, ma il tutto è perfettamente coordinato con la scelta ritmica, come ad esempio in "I'm Dead, I'm Dead". È però tempo di utilizzare un ritmo più incalzante con "Drums Beat Riff", dove il basso di Alessio Fusè è trepidante e voglioso di scagliarsi veloce nello spartito musicale imbastito dai quattro e costringe i propri compari a stargli dietro. Giunti pressappoco a metà album abbiamo capito che i nostri sono immersi totalmente in un magico mondo dove l’Hard Rock regna sovrano, accattivante e ballerina è la settima traccia "The One For the Road", dove la chitarra cerca di scappare veloce fin dall’intro dando un ritmo ossessivo e veloce e lanciandosi poi in un assolo degno di nota, uno di quelli in grado di scatenarti un po’ di sentimento! Particolare per i vari controtempi che i nostri utilizzano è "After a Long Workday". Gli strumenti fanno una specie di folle gara dove si fermano e ripartono in maniera alternata, lasciando di stucco l’ascoltatore. L’album si sta avviando ormai alla conclusione, ma la band non ha ancora smesso di trasmettere il proprio credo e quindi con le ultime tracce rimaste prosegue in maniera decisa con le varie "Your Love I Never Got" e "Punishment". L’ultima bonus track è poi una piccola perla in stile blues del South America, dove un semplice schicco di dita ed una fisarmonica riescono ad incantare l’ascoltatore, e questa è "Blue Balls"!

 

Un album che getta i nostalgici dell’hard Rock nudo e crudo indietro nel tempo, un album che va alla riscoperta di quei sound vecchi e quasi dimenticati in un era digitale dove pare che la ricerca della corposità e della pomposità del suono stesso siano delle priorità assolute, questi ragazzi dimostrano invece come si possa con dei semplici strumenti ed amplificatori a far ballare e scuotere le teste. Ne saranno ben felici i vecchi lupi che seguivano e seguono tuttora con passione il movimento Rock anni ’70 e ’80 dove band mitiche riuscivano a muovere masse intere, ed in alcuni casi, vedasi AC/DC riescono tutt’oggi.

 

Insomma se siete amanti del puro Hard Rock non potete non ascoltare questo album ed esserne quantomeno colpiti per la semplicità ed al contempo l’efficacia che la band mette in questo album, e soprattutto per la voglia di andare controcorrente in un momento dove la musica è indirizzata verso altri lidi.

 

 

Recensione di Matteo Pasini

 

 

Tracklist:

01.All the Time in Bed With You

02. Crime Doesn't Pay

03. Borderline

04. I’m Dead, I’m Dead

05. Drums Beat Reef

06. Night Gamble

07. The One For The Road

08. Washing Machine

09. Noose

10. After A Long Workday

11. Your Love I Never Got

12. Punishment

13. Blue Balls (Bonus track)

  

Line Up:

Matteo Vago : Voce e Chitarra

Marco Mapelli: Batteria

Davide Ermellini: Chitarra

Alessio Fusè: Basso

 

Link:

www.on-offband.com

www.facebook.com/ONOFFrocknroll

twitter.com/ONOFFband

plus.google.com/+ONOFFband