CONDIVIDI

PLANETHARD

No Deal

RNC Music/Orion’s Belt - 2012

 

A sei anni circa di distanza da “Crashed on Planet Hard”, ecco tornare i milanesi PLANETHARD col loro secondo full lenght, NO DEAL, che lascerà gli ascoltatori positivamente impressionati, sì, di poche cose si ha la certezza ma di questa ne siamo fermamente convinti. Con un curriculum di tutto rispetto, dato dalla partecipazione a festival di estremo pregio e dalla dedizione assoluta rivolta al miglioramento del sound, sfumando dal glam rock degli esordi verso l’hard rock/metal attitude attuale, la band ha impiegato il tempo intercorso tra i due lavori dedicandosi alla ricerca sonora più adeguata ai gusti dei singoli componenti così da ritagliare la stoffa per un vestito di ottima fattura con rifiniture di pregio in spesso rilievo. Quello che maggiormente si impone è la voce impeccabile accostata alla tecnica strumentale invidiabile, che consente alle dodici canzoni di caricarsi di ricche di finezze stilistiche (un doppio ascolto approfondito lo si ritiene necessario per coglierne le molteplici nuance) tali da soddisfare anche gli uditi più esigenti. L’introduzione è affidata a “Ride Away”, il cui ottimo video è già in rotazione ed è visibile qui, un pezzo grandioso, compiuto in ogni senso, dagli arrangiamenti considerevoli, ma che è solo una delle tante belle songs presenti che non denotano sbavature, cadute di stile o carenze varie. Qui tutto è irreprensibile, l’hard rock lineare di accezione classica è di gran livello e precisione ma non chiude fuori dalla porta la melodia corposa (“To Tame Myself”), anzi la accosta ai suoni più ruvidi e pesanti (“Abuse”, “Wings in vain”, “Mass Extermination”, ecc...) e anche piu’ easy light (“Empty book of friends”), senza escludere la cover di un pezzo storico di Prince, quella “Sign of the time” che ha fatto epoca, qui riarrangiata in una versione rock molto accattivante, tanta roba insomma, così da allargare la schiera degli estimatori e noi ce lo auguriamo davvero. Planethard rulez, ci piacete !

Line-up: Marco Sivo_voce; Marco D’Andrea_chitarra; Alessandro Furia_basso; Stefano Arrigoni_batteria. Link: www.planethard.net; www.myspace.com/planethard

 

Margherita Simonetti