CONDIVIDI

RED HOT CHILI PEPPERS

I'm With You

Warner Music Group - 2011

 

Approcciarsi all'album nuovo dei RED HOT CHILI PEPPERS è cosa buona e giusta ma anche tosta. Ebbene si, sono tornati ad alzare gli indici di qualità con “I'm With You”, il decimo album di inediti e il primo con il nuovo chitarrista Josh Klinghoffer ( davvero molto bravo) che ha preso il posto di John Frusciante. Molti storceranno il naso (forse) per questo nuovo disco, ma va anche detto che l’energia di questi musicisti mostra a tutti l’ottimo stato di salute interno e fantasia di una band che nel panorama rock  ha venduto oltre 60.000.000 di album in tutto il mondo e vinto 6 Grammy Awards. “I'm With You” composto da 14 canzoni, rappresenta senza dubbio un lavoro compatto che evidenzia le qualità tecniche, di come i nostri sono maturati e quanto hanno voglia, oggi, più che mai di suonare la loro musica, di esprimere in modo libero ciò che sentono. Comunque è bene chiarire che in “I'm With You” di canzoni brutte non ce ne sono, non ci sono canzoni che ricordano i maggiori successi, ma il rock funky dei Red Hot Chili Peppers è indiscutibile. In questo disco troverete un bel mix di sonorità e dall’opener "Monarchy Of Roses" capirete che è tempo di imparare ad ascoltare (non sentire) seriamente la musica. Il funky rock esplode subito e, la stessa energia, è riposta nella successiva "Factory of faith" e in "Look around", un brano dance rock mixato alle classiche sonorità funky della band... strepitoso! E poi li a metà album.... eccolo il singolo che ormai stiamo già ballando e cantando da un mesetto "The adventures of Rain Dance Maggie"...impossibile stare fermi e del resto come canta Mr. Anthony Kiedis “ ..Tick tock I want to rock you like the eighties... “ (Tick ​tock voglio farti muovere come negli anni ottanta..) e allora balliamo con i Peperoncini Rossi Piccanti con una canzone divertente con tanto di campanacci ad arricchire il groove funky dance. Le slappate di Flea sono sempre al top. Per non parlare del super lavoro dietro le pelli di Chad Smith e di un Anthony Kiedis più deciso e preciso. Ma in “I'm With You”, non ci sono solo melodie per ballare ma anche per abbandonarsi alle sonorità più delicate come nella toccante "Brendan's death song", canzone dedicata all'amico scomparso Brendan Mullen (storico giornalista e icona punk americana deceduto il 12 ottobre 2009 all'età di 60 anni). Oppure "Police station", dove i toni rallentano in un “lento”, educato, con le chitarre distorte appena sfiorate, quasi con l’intento di non disturbare la melodia. E ancora, sempre nella categoria funky rock ballad, ci sono "Even You Brutus" e "Meet me at the corner". Che dire emozioni per tutti i gusti perchè le 14 canzoni sono diverse l'una dall'altra! Ascoltatevi questo disco, non una, non due, ma tante volte e capirete che, Anthony Kiedis, Flea, Chad Smith e Josh Klinghoffer hanno composto un ottimo disco con delle belle canzoni, tutte di uno standard creativo elevato che si evolvono quasi sempre in code strepitose creando un’atmosfera piccante. Miei cari che vi piaccia o no “I'm With You” è un altro tassello che si incastra nella discografia dei RED HOT CHILI PEPPERS. E ora non ci resta che vederli live in Italia a dicembre il 10 a Torino al Palaolimpico Isozaki e l'11 a Milano al Mediolanum Forum di Assago.

 

Recensione di AngelDevil Rock