CONDIVIDI

 

ADAM BOMB @ Crazy Bull - Genova

 

Domenica 21 Novembre 2010

 

 

Report e foto a cura di Andrea Lami

 

 

Dopo un passaggio estivo (a Calizzano e Santo Stefano al Mare nell’agosto scorso) torna in Liguria Adam Bomb, cantante, chitarrista statunitense attivo discograficamente sin dal 1983. Ci troviamo di fronte ad un rocker VERO, che ha iniziato a suonare nei Tyrant, una coverband, già all'età di 14 anni (insieme a tale Geoff Tate), e che successivamente è entrato nei TKO. All'età di 16 anni Adam farà la famosissima audizione per i Kiss, purtroppo non andata a buon fine, tanto da fargli decidere di andare a Los Angeles in cerca di fortuna. Fortuna che lui sfiora ogni volta, visto che divide l'appartamento con Izzy Stradlin, conosce Tommy Thayer (ex Black'n'Blue ora Kiss) che lo spinge alla carriera solista sotto il nome d'arte ADAM BOMB, incontra e partecipa in un video di Michael Schenker, suona di supporto ai Metallica, Dogs D'Amour, W.A.S.P., Ronnie James Dio, Steven Adler (ex Guns n’Roses); suona negli Steeler (in sostituzione di Yngwie Malmsteen), insieme a Johnny Thunder (ex New York Dolls), con Michael Monroe (Hanoi Rocks) o come ospite nei Black’n’Blue. Senza dimenticare i musicisti che hanno partecipato ai suoi dischi, gente come Jimmy Crespo (meteora negli Aerosmith), Cliff Williams (AC/DC), Steve Stevens (Billy Idol, Vince Neil). T.M. Stevens (Vai, Joe Cocker, James Brown, Tina Turner, Cyndy Lauper, Aina) in veste di musicisti e Bob Kulick in veste di autore di canzoni. Attualmente gira il mondo raggranellando un'infinità di date (200 nel 2007, oltre 250 nel 2008 giusto per far due esempi presi dal suo sito) insieme all'italianissimo Paul Del Bello al basso e Violet The Cannibal alla batteria. Ed è con questa formazione che li vedremo in azione questa sera.

Ad aprire la serata ci sono i DARLENE, provenienti dalla vicina Imperia: il loro sound è un hard rock molto melodico che, merito anche della voce della cantante Betty Twister, mi riporta alla mente band come i FEMME FATALE, i WITNESS o le VIXEN di tanti tanti anni fa. La loro esibizione scivola via piacevolmente, merito del giusto mix tra canzoni proprie e cover che fanno partecipare più attivamente il pubblico presente anche se devo ammettere che il pezzo più bello è l’ultimo, intitolato “She”. Breve cambio palco ed è la volta dei LETHAL POISON, i “padroni di casa” vista la frequenza con la quale i ragazzi calcano questo palcoscenico ed i palchi di tutta la Liguria. Di questa band abbiamo già avuto occasione di parlare in occasione del live di Paul Di Anno, il set list è praticamente simile e comprende i pezzi che andranno a comporre il prossimo album d'esordio unitamente ad una cover: “Nightrain” dei Guns N'Roses, gruppo di riferimento del quintetto. Grinta grinta ed ancora grinta da vendere.

Finalmente tocca ad ADAM BOMB, i tre salgono sul palco iniziano il concerto con “Angry Angry”, un brano contenuto nell’ultimo cd prodotto, anche se si tratta di una canzone costruita da John Paul Jones (sì, proprio lui) intorno ad un assolo di Adam Bomb e contenuta nell’album “Thunderthief”, dove Bomb appare come ospite. Sulla chitarra di Adam Bomb incominciano a scoppiare i primi fuochi d’artificio e lo spettacolo ha inizio. Le canzoni eseguite vengono prese un po’ da tutta la discografia del rocker, abbiamo quindi la possibilità di ascoltare brani come “Jimmy Brown”, “Lyin With Dogs”, “Crazy Mother Fucker”. L’assolo di batteria di Violet, preciso e potente come una macchina da guerra, oltre a far riposare un attimo gli altri due musicisti, segna l’arrivo alla metà del concerto, ma in perfetto stile punk, non ci si ferma un attimo e si riparte con un’altra manciata di songs con relativi fuochi d'artificio fino ad arrivare all’assolo di chitarra che altro non è se non “Eruption” di Eddie Van Halen, eseguito con una semplicità mostruosa (semplicità che si può riscontrare per tutta la durata dell’esibizione del trio). Dopo l’esecuzione di “New York New York” con tanto di balletto, è la volta di “Detroit Rock City/Firehouse” canzoni nelle quali il bassista Paul si sostituirà a Gene nel “trucco” dello sputafuoco. Lo show finisce con la canzone che un po’ fa da slogan per questo rocker e cioè “Rock Like Fuck”, scritta che si può trovare nelle ultime t-shirt ma anche negli adesivi nella strumentazione, canzone nella quale Adam Bomb dà letteralmente fuoco alla chitarra. Ma il pubblico, non ancora appagato, acclama ancora una canzone che verrà eseguita, non prima dell’estrazione del numero vincente della lotteria del rock. Consegnati i due cd e la t-shirt al vincitore, arriva “Rock Bottom” con i saluti finali. Una domenica sera diversa dal solito, rock fino al midollo, nella quale si potuto apprezzare un rocker genuino, che insieme ai sue due fedeli compagni, vive la sua vita abbracciato alla sua chitarra.

 

 

DARLENE:

1.Running For Love

2. Rebel Yell (Billy Idol)

3. You Can’t Leave Me

4. Lick It Up (Kiss)

5. Ride

6. Heaven

7. Rock You Like An Hurricane (Scorpions)

8. She

 

LETHAL POISON

1. Destruction

2. Hell Trip

3. Nightrain (Guns n’Roses)

4. Bitch & Cocaine

5. Dab Love

6. Slave To My Show

7. Learn To Live

8. Big Joke

9. Crucify The Fear

 

ADAM BOMB

1. Angry Angry

2. Let There Be Rock (AC/DC)

3. SST

4. Jimmy Brown

5. Lyin’ With Dogs

6. I Wanna Forget U

7. Hammerhead (Pat Travers)

8. Drum solo

9. Crazy Motherfucker

10. Into The Night

11. I Want My Heavy Metal

12. Je T’Aime Bebe

13. Eruption (Van Halen)

14. New York New York (Liza Minelli)

15. Detroit Rock City/Firehouse (Kiss)

16. D.W.I.

17. Whole Lotta Rosie/Riff Raff (AC/DC)

18. Rock Like Fuck

19. Rock Bottom (UFO)