CONDIVIDI

ROGER MIRET AND THE DISASTERS

Gotta Get Up Now

Peoplelikeyou Records

 

Roger Miret è una mezza leggenda nel mondo dell' Hardcore-punk. Front-Man ed autore degli Agnostic Front, forse la più rappresentativa band del N.Y.H.C ( New York HardCore ), nonchè fondatore del "Rumblers Car Club" che raggruppa a livello mondiale amanti delle Auto d'epoca Pre-anni sessanta e della cultura Kustom in generale e per finire creatore dei "Roger Miret And The Disaster", gruppo di street-punker con gli attributi che si è creato una solida schiera di fans dimostrando nel tempo la loro onestà ed integrità e non perdendo mai di credibilità. Questo che andiamo a recensire è la loro quarta uscita prodotta dall'amico Johnny Rioux membro degli "Street Dogs" (altra grande Band) su Peoplelikeyou Records . Fin dal titolo si capisce il filo conduttore del disco; "Gotta Get Up Now" porta avanti un discorso molto caro ai componenti del Combo Nuiorchese e cioè , appartenenza, amicizia, famiglia. Appartenenza al movimento Street-Punk ben espresse in "Outcast Youth", "Tales of a Short Haired Boy" e "City Soldiers". Amicizia in "the Enemy" "Tonight's is the night" con un pizzico di nostalgia del passato spiegata in "My own Way" e per finire si arriva ad un' inaspettata e splendida ballata Country che chiude l'album dove il "Padre", il "Papà" Roger Miret esprime tutto il suo affetto per i propri figli e lo fa con liriche da mozzafiato che mi sento di condividere in pieno. Grazie per questo piccolo gioiellino elencato come Bonus Track, ma spero presente in ogni edizione del CD. Dimenticavo di dire che il suono che esce dal lettore è un ottimo Street-Punk "Oi" con parti di puro HardCore Old-School soprattutto nelle due track iniziali. Per chi non lo sapesse i "nostri" saranno di passaggio in Italia il 17 maggio per un unica data Italiana in quel di Brescia, info dettagliate dell'evento su Rock Rebel Magazine.

 

Recensione di Luca Casella