CONDIVIDI

12 maggio 2011

THE PANICLES: in concerto al Amigdala Theatre di Trezzo, assieme ad altri due gruppi emergenti The Last Fight e La Fenice Brucia

Venerdì 13 maggio, The Panicles, la giovane band pordenonese che sta facendo molto parlare di sé tra il pubblico d’oltre manica, si esibirà al Amigdala Theatre di Trezzo, assieme ad altri due gruppi  emergenti The Last Fight e La Fenice Brucia, prima di ritornare agli Abbey Road Studios di Londra per ultimare il mastering del loro album di debutto.

Il power trio The Panicles, sono tre ragazzi di età compresa tra i 22 e i 25 anni: Carlo Badanai, batteria; Mattia Sarcetta, basso; e Michele Stefanuto, voce e chitarra, ex cantante della band Photonik, classificata seconda al Contest Coca-Cola Soundwave trasmesso da MTV nel 2007 (nello stesso anno la band ha aperto i concerti dei Meganoidi a Firenze e degli Ash in Germania). The Panicles, nati appena due anni fa, dopo un viaggio spirituale di tre vecchi amici per le campagne ed i pub dell'Inghilterra, hanno fin da subito riscosso un discreto successo e partecipato a numerose trasmissioni radiofoniche con set acustici ed interviste.

Nel dicembre 2009 e nel novembre 2010, con il brano "In Denmark", e poi con "America" la band sonorizza due spot trasmessi sui canali Web per Police Sunglasses. Si segnala l'esibizione al "Get on Stage!" di Aalborg (Danimarca), risalente all'agosto 2009, oltre che altre date all'attivo in vari locali del Nord Europa. I ragazzi hanno aperto nel 2010 per I Giardini di Mirò al Sexto Unplugged, per i Motel Connection a Castelfranco Veneto, per le Jains sul Red Bull Tour Bus a San Donà di Piave e per la Banda Bardò a Levico Terme.

A settembre 2010, durante un concerto in piazza a Pordenone, la band ottiene un buon riscontro da parte del pubblico presente, a cui si accompagna una discreta vendita del loro Ep autoprodotto, “In Denmark”. Tra i presenti, ci sono anche otto ragazzine inglesi in vacanza, che entusiaste della performance live a cui avevano appena assistito, comperano ciascuna un ep della band e si complimentano con loro. Da questo momento in poi, la band decide di andare a Londra per vedere come il pubblico inglese li avrebbe accolti.  

The Panicles, guidati dalla loro tour manager/fotografa Anna Antonelli (Supermarket Studio),  infiammano con la loro musica i pub e locali di Camden, Oxford Street, Piccadilly Circus. L’accoglienza è ottima, sopra ogni aspettativa. Ma l’incontro che darà una svolta alla loro carriera professionale, accadrà l’ultimo giorno di permanenza della band, quando The Panicles incontrano nel negozio di strumenti ai grandi magazzini Harrods, il produttore Roberto Tini, ex manager dei Sonohra, che li invita ad approfondire la loro conoscenza davanti a una pinta di birra. Da quel momento ha inizio uno scambio di materiale musicale tra Roberto e la band, fino alla sera del 18 dicembre 2010, dove al circolo ARCI “Casbah Club” di Pegognana (MN), la band si esibisce di fronte allo stesso Tini che da quel momento in poi deciderà di portare avanti il loro progetto discografico.

Questo progetto prevede la pubblicazione di un doppio disco d’esordio, uno in italiano ed uno in inglese, le cui tracce sono state registrate nei leggendari Abbey Road Studios, dove la band ha passato otto giorni intensi, a registrare 18 brani che andranno a fare parte dell’album d’esordio. Le uniche anticipazioni, in attesa della pubblicazione di questo doppio album riguardano la scelta stilistica del trio che ha voluto cimentarsi con un full live, senza operare grandi editing, lasciando volontariamente delle sbavature qua e là, “in modo tale da rispecchiare il più possibile quello che siamo noi nel live, e trasmettere l’energia che si crea durante i nostri concerti”, sottolinea la band.

The Panicels ricordano con entusiasmo l’esperienza vissuta agli Abbey Road Studios, dove hanno potuto suonare nel mitico STUDIO 2, lo stesso in cui più di quarant’anni fa suonarono i Beatles, i quali vi registrarono quasi tutte le loro canzoni e nel 1969 li resero celebri pubblicando lo storico album "Abbey Road"“Ci siamo trovati benissimo, come a casa…- affermano The Panicles - è incredibile il livello di professionalità, agli Abbey Road Studios. E’ stata un’occasione unica in cui poter suonare e confrontarci con persone di un certo livello professionale, come l'ingegnere del suono Chris Bolster, con il quale abbiamo lavorato durante le fasi di registrazione dei brani,  che ha affiancato i grandi Big della musica, quali Travis, Coldplay, Paul McCartney, Oasis, per citarne solo alcuni.

Da settembre ad oggi la band ha avuto modo di suonare più volte a Londra e “l’accoglienza è sempre stata ottima, il pubblico caloroso, nonostante noi andassimo a fare  R’nR’ a casa loro. In qualche modo – prosegue Michele – avevamo paura di offenderli e di non essere graditi, da parte del pubblico e dalle stesse band inglesi che si esibivano con noi.”

A differenza dell’Italia, in cui è forte la competizione tra gruppi, “lì a Londra c’è uno spirito di maggiore complicità tra le band, c’è voglia di fare festa, sperando di rendere la gente felice (Michele).”

Al momento The Panicles sono impegnati, tra un concerto e l’altro, con il mixaggio definitivo del doppio album, il cui mastering sarà realizzato sempre agli Abbey Road Studios di Londra. Mentre da un paio di settimane è stato lanciato in rete il video del singolo “Better Think Positive”, come anticipazione all’uscita del loro doppio album. Il video raccoglie una serie di riprese fatte durante la loro esibizione al “93 Feeteast” e al“Dublin Castle” di Londra, lo scorso marzo 2011.

 

Recensione QUI

 

 

 Venerdì 13 Maggio 2011

 

Amigdala Theatre (Trezzo sull’Adda)

 

 Ore: 21.00 - Ingresso: 5 euro