CONDIVIDI

INTERVISTA ESCLUSIVA CON  

JAN KUEHNEMUND, CHITARRISTA

DELLE VIXEN

La critica diede loro l'appellativo di "Bon Jovi al femminile". Le Vixen sono una hair metal band tutta al femminile, formata nel 1980 nel Minnesota. Nel 1985, con un cambio di lineup, la band migra a Los Angeles, la capitale del hair metal riscuotendo un buon successo. Le Vixen erano una delle poche "all-female" hair metal band all’ epoca  notate dalla EMI con cui firmarono un contratto nell'estate del 1987.

 

AngelDevil: Ciao Jan, grazie per l’intervista!

Jan: Grazie per avermi invitato!

 

AngelDevil: Sta per uscire Live in Sweden-2009. Cosa mi puoi dire sul nuovo album? Quando lo potremo vedere nei negozi?

Jan: Live in Sweden è il nostro DVD live che sarà nei negozi nel 2009, la data è ancora da definire. Abbiamo anche un cd Live in Sweden ma attualmente è disponibile solo negli Stati Uniti nella serie Extended Versions della Sony, ma spero che sarà disponibile in tutto il mondo assieme al DVD.

 

AngelDevil: State anche lavorando anche ad un nuovo studio-abum?

Jan: Stiamo scrivendo e lavorando all’album in studio ma ancora non abbiamo pensato alla data di uscita. Comunque scriveremo le news sul sito non appena sapremo qualcosa  www.vixenrock.com

 

AngelDevil: Quando scrivete i pezzi, c’è qualcuna di voi in particolare che se ne occupa o è più una collaborazione?

Jan: Scriviamo in molti modi differenti. A volte Jenna mi da i testi, a volte io do a lei delle tracce musicali, a volte Lynn ha dei pezzi e noi ci lavoriamo, ogni volta è un modo diverso, ma lavoriamo sempre insieme in modo molto armonioso!

 

AngelDevil: Vi piace girare i video?

Jan: Sì un sacco! Può essere divertente, ma devo dire che è anche molto stancante, di solito ci vuole tutto il giorno e tutta la notte e a volte anche la mattina successiva.

 

AngelDevil: Durante gli anni avete avuto qualche cambiamento di line up nella band, che conseguenze hanno avuto queste sostituzioni?
Jan:
Ovviamente mi mancano coloro che sono state nella band fin dall’inizio, e di quel periodo mi mancano alcune cose ma le nuove girls nelle Vixen mi rendono davvero felice e sono molto grata per come sono andate le cose, non cambierei niente di questa formazione!! Le amo moltissimo e andiamo davvero d’accordo, ci divertiamo un sacco e ci facciamo un sacco di risate quando siamo in tour e quando ci troviamo in studio, anche solo quando usciamo tra di noi! Penso che la band abbia avuto un’ottima evoluzione grazie all’aiuto e all’influenza di tutte le componenti, e questa è una cosa davvero bella!

 

 

AngelDevil: Tra gli album che avete fatto qual è il più rappresentativo della band? O quali sono le canzoni che vi caratterizzano meglio e perché?

Jan: Direi Live & Learn, perchè è il più recente quindi rappresenta quello che sono adesso le Vixen ma anche Rev it Up dato che ci siamo sentite molto più libere in quell’album rispetto al precedente, ci siamo espresse al meglio. Per quanto riguarda le canzoni direi che molte di Live & Learn perché sono venute fuori molto naturalmente.

 

AngelDevil: Chi e quali sono le influenze che ti hanno formato e ti hanno fatto diventare la musicista che sei oggi?

Jan: Jeff Beck è uno dei miei preferiti (all’inizio ascoltavo i cd di mio fratello più grande e Jeff Beck era uno di quelli), ma anche Led Zeppelin, Hendrix, Neil Geraldo, & Heart ma di certo sto dimenticando qualcuno!

 

AngelDevil: Cosa ti ha aiutato a tener viva la tua ispirazione nel corso degli anni?

Jan: L’amore per la musica, scrivere le canzoni ma anche essere on the road (specialmente quando ci muoviamo con il tour-bus anche se spesso non ci muoviamo con il bus!), ma anche visitare molti paesi che non avremmo mai potuto vedere se non fossi stata nella band.

 

 

AngelDevil: Qual è la migliore esperienza che hai avuto con il vostro pubblico?

Jan: Lo Sweden Rock Festival è stato decisamente uno dei migliori perché la folla è stata davvero entusiasta e molto molto energica, l’ abbiamo adorato!

Ma anche Milton Keynes in Inghilterra dove abbiamo suonato con Bon Jovi è stato il pubblico più grande per cui abbiamo suonato, credo 60.000 persone…

 

AngelDevil: Pensate di suonare in Italia nel futuro?

Jan: Lo spero!! Adoriamo l’Italia!!!

 

AngelDevil: La cosa più folle che hai mai fato in vita tua?

Jan: Hmm… Penso sia stato quando la mia migliore amica ed io, (avevamo 15 o 16 anni) siamo andate a vedere una delle nostre band preferite decisamente lontano da casa. Avevamo trovato un passaggio per andare, ma non per tornare. Avevamo detto ai nostri genitori che qualcuno ci avrebbe portato dato che di solito riuscivamo a strappare un passaggio a casa da una delle band ma quella notte, siamo state un po’ sfortunate, così siamo tornate a piedi attraverso dei quartieri spaventosi. Quando siamo arrivate a casa eravamo così sollevate che ci siamo dette che non lo avremmo rifatto mai più.

 

AngelDevil: Grazie per il tuo tempo, termina tu l’intervista con qualche parola…

Jan: Grazie mille per l’opportunità di fare questa intervista! E grazie ai nostri fedeli amici e fans che ci hanno supportato in tutti questi anni e continuano a sostenerci! Vi amiamo!

Tanto amore, pace e Rock & Roll!!

 

Intervista pubblicata il 24 marzo 2009