CONDIVIDI

19 aprile 2012

WOODEN SHJIPS: tre date a luglio in italia per il quartetto space rock

DNA concerti è felice di annunciare: WOODEN SHJIPS TRE DATE IN ITALIA A LUGLIOIl quartetto trance rock californiano formato da Omar Ahsanuddin alla batteria, Dusty Jermier al basso, Nash Whalen all’organo e Erik "Ripley" Johnson alla chitarra e voce approda in Italia per presentare il nuovo album WEST miscela di rock’n’roll fortemente influenzato dallo sperimentalismo della psichedelia, dal rock elettrico anni 70 e dallo space rock.

04 luglio 2012 Milano – Magnolia
Via Circonvallazione Idroscalo 41, Segrate (MI)
ingresso: 10 euro
Prevendite disponibili dal 23 aprile su www.ticketone.it e www.mailticket.it

05 luglio 2012 Roma – San Lorenzo Estate 
Prevendite disponibili a breve su www.ticketone.itwww.greenticket.it 

06 luglio 2012 Bologna – Bolognetti Rocks 
ingresso Up to you


West segna il primo vero album registrato in studio, con l’aiuto di un produttore (Phil Manley). Tutti i lavori precedenti erano stati infatti registrati dalla band in maniera più primitiva nella loro sala prove. Questo nuovo lavoro è stato registrato e mixato in 6 giorni presso i Lucky Cat Studio di San Francisco e masterizzato a New York. Il tema centrale di West, come si evince dal titolo, è il West americano con tutta la mitologia, il romanticismo e l’idealismo che comporta. 

Parte del mito del west risiede nella possibilità di reinventarsi, di rinascere, di avere una seconda opportunità e questo tema è anche il tema centrale dell’album. 
La musica della band è una costante esplorazione, summa di diverse influenze e tensioni. Un’avventura e un viaggio imprevedibile, letterale e metaforico, verso la vastità. Le voci quasi fantasma vengono oscurate dalle chitarre e dagli altri strumenti, rendendole misteriose e enigmatiche. Miscelando la pschedelia fine ‘60 e primi ’70, con lo space rock di Spacemen 3, e il suono elettrico di Neil Young, i Wooden Shijps creano un suono moderno e originale che li distingue nettamente dalle altre band in circolazione e dalle mode passeggere.

Il debutto omonimo del 2006 ed i singoli che lo precedettero (ma anche quelli che ne seguirono, di cui uno ricercatissimo - e fuori catalogo – per Sub Pop) fecero gridare al miracolo gli appassionati dei suoni seventies e della psichedelia. Nel 2009 è stata poi la volta di Dos, secondo capitolo di questo pellegrinaggio della mente, in cui il quartetto si è spinto ancora oltre le volte psichedeliche del debutto confermando le alte aspettative di pubblico e critica e polverizzando il formato canzone in una performance esteticamente impeccabile, legata sì ad un immaginario antico, ma capace di guardare con turbolenta speranza ai viaggi di domani. 

Il suono dei Wooden Shijps fonde in una miscela originale e riuscitissima il garage gelido dei primi Echo and the Bunnymen con il punk solare di Scientist, allusioni krautrock con l’organo ossessivo alla Suicide, echi di Velvet Underground con l’oscuro e misterioso rock lisergico giapponese di band come Les Rallizes.

Un mix visionario è il risultato sonoro di questi quattro corrieri cosmici californiani, capaci di trasportarvi nei luoghi più reconditi della mente e nei panorami sonori più inediti e dirompenti.


READ MORE:
http://www.woodenshjips.com/
http://www.thrilljockey.com/
http://www.facebook.com/pages/Wooden-Shjips/44944152975

PREVENDITE ROMA:
www.ticketone.it
infoline: 892 101
www.greenticket.it

PREVENDITE MILANO:
www.ticketone.it
infoline: 892 101

Informazioni al pubblico:
www.dnaconcerti.com