CONDIVIDI

 

ZEBRAHEAD - ATTACK! ATTACK! 

 

 

 MC LARS

 

 

 

18 aprile 2010  Bloom Mezzago, Milano

 

Report e foto a cura di Luca Casella

 

 

E' domenica sera che facciamo?? Facciamo che ci spariamo un bel concertino punk divertente e caciarone. Detto fatto mi fiondo al Bloom in quel di Mezzago ( MI ) per un Live che promette bene. Purtroppo arrivo al locale in ritardo sulla tabella di marcia ed il primo gruppo ha appena finito l'esibizione. Il locale si presenta Sold-out. Incontro Amici i quali mi spiegano che gli MC Lars sono due Rapper supportati da membri dei gruppi che seguiranno in un misto rock/hip-hop alla Beastie Boys. A seguire salgono sul palco Gli Attack!-Attack! un giovane gruppo proveniente dal Galles ,attivi dal 2006 i quali possono vantare di avere una loro canzone inserita nel video gioco "Guitar Hero 5 "( "you and Me" N.d.R.) autori di un buon College/Punk alla Fall Out Boys, si presentano con un immagine pulita e simpatica . Nella mezz'ora abbondante che hanno a disposizione eseguono quasi interamente il loro album omonimo di debutto più una cover di My Sharona degli Knack in onore del cantante Doug Fieger recentemente scomparso. Il tutto risulta piacevole ed il pubblico apprezza applaudendoli spesso. Dopo la loro esibizione compro il CD e me lo faccio anche autografare (non si sa mai), le copie in vendita si esauriscono in
fretta, anche perché vendute alla cifra di Tre ( 3 ) Euro e se compravi la
t-shirt era in omaggio!! Verso le 10,35 arrivano gli Head-liner della serata. Gli ZH partono subito alla grande con Hell Yeah!, una delle loro Hit, il loro è un Punk diretto con alcune parti reppate dal cantante di origine Iraniana Ali che non si toglie la giacca e sembra non sudare per tutto il tempo spogliandosi a torso nudo solo per gli ultimi pezzi e per il piacere delle fanciulle in prima fila...Famosissimi in Giappone al punto da far uscire una loro versione di "Phoenix", album del 2008, in lingua nipponica sono nati nel 1996 a Orange County, California città che ha dato i Natali a molte ottime Band. Appena iniziano il pubblico si infiamma e l'atmosfera diventa molto calda (sudavano anche i muri). Questi Californiani hanno la capacità di scrivere canzono di facile assimilazione ed i ritornelli ti restano subito in testa. Dal loro album di cover del 2009 ci regalano una versione decisamente punk di Oops!...I did it again di Britney Spears da loro definita non proprio una stinca di santo... Più del Live in senso stretto parlerei dell'aspetto goliardico che ha accompagnato tutto il concerto....Da ricordare il bassista Ben che, sfoggiando un Italiano approssimativo ,si rivolge al chitarrista/cantante dicendogli "tu hai il cazzo piccola !" e via così!! Prima di eseguire il loro primo grande successo, cioè "Playmate of the year" parte un coretto da parte di Matty Lewis(cantante /chitarrista) che più o meno faceva così : " viva , viva, viva la figa oooo viva la figa" sulla musichetta della colonna sonora del cartone animato "Madagascar". Questo era il clima. Chiedono al pubblico di pogare di fare il Circle pit di sedersi e poi saltare tutti insieme e il tutto viene eseguito diligentemente da una platea reattiva e chiassosa. Il gruupo è preso bene dalla risposta della gente al punto da risalire sul palco anche dopo l'accensione delle luci in sala per regalarci altri due pezzi. L'esperienza da Live c'è e si vede e si sente. Una bella domenica sera non male per cominciare bene la settimana!

Pubblicato il 19 marzo 2010