CONDIVIDI

ven

16

nov

2012

Recensione TWINTERA - Lines

TWINTERA

Lines

Logic(il)logic Records

Release date: 16 novembre 2012

 

 

Quello proposto dai veneti Twintera è un heavy metal dalle molteplici sfumature, ora dal suono potente e modern oriented, ora imbastardito da sonorità e melodie tipiche degli eighties anche grazie alla voce di Fabio Merzi che ricorda molto in alcuni suoi tratti quella di molti singers del periodo glam. Questa potrebbe essere la sintesi semplicistica di “Lines” vero e proprio debut album dopo “Demolition” ep del 2009. Perché in effetti ognuno degli undici brani che compongono l’album ha più vite e chiavi di lettura. Prendiamo ad esempio “Cool 18”, sarebbe troppo facile dopo un minuto di ascolto urlare a squarciagola “ZZ TOP!”, ma poi al terzo o quarto ascolto ritrovarsi a dire “no, sembrano i Riot del compianto Mark Reale…”. Ecco questo è quello che vi potete aspettare da questo full lenght, tutto e il contrario di tutto, infiocchettato da due chitarristi dalle indubbie doti quali sono Simone Zanoni e Al Pia, che vi trasborderanno tra le lande del loro percorso creativo fatto di riff lenti, poi veloci e tanta tanta tecnica.

 

Ascoltate “Bunch Of Motherfuckers”, è possible percepire contemporaneamente l’impronta sonora dei Motley Crue, dei Korn e un misto di Megadeth e Metallica? Per poi ritrovarsi a pensare durante l’assolo che in effetti sembra uscito dalla chitarra di Michael Amott ai tempi dei Carcass. Vi siete persi nella confusione delle nostre asserzioni? Ebbene quando ascolterete l’album, tutto quello che risiede in questo calderone, troverà la sua giusta collocazione, perché il lavoro dei Twintera è tutto tranne che confusionario. Semplicemente ai ragazzi piacciono così tante cose che poter pensare di assecondarle tutte poteva sembrare impossibile, ma ci sono riusciti. La chicca è sicuramente la versione funambolica di “Burning Heart” dei Survivor che dell’originale prende solo il riff iniziale per poi rivisitarla in quello che ci auguriamo, in futuro, verrà chiamato Twintera Sound. Assurdo e straordinario allo stesso tempo, complimenti.

 

Recensione di Emiliano Vallarino

 

Tracklist:

 

01. 71389

02. By Hand Of Justice

03. Where We Land

04. On The Egde Of.

05. Oversight

06. Cool 18

07. Run!

08. Burning Herat

09. Waves

10. Killing Your Feelings

11. Bunch Of Motherfuckers

 

 www.facebook.com/pages/Twintera/95898170999