CONDIVIDI

Recensione SHADOWS OF STEEL - "Crown Of Steel"

SHADOWS OF STEEL

Crown Of Steel

Underground Symphony

Release date: 20 ottobre 2013

 

Nella vetrina del vostro negozio di cd preferito stanno per tornare i liguri Shadows Of Steel, creatura nata nel lontano 1996 per volere del cantante mascherato Wild Steel e del tastierista Andrew Mc Pauls. Dopo le numerose esperienze accumulate da questi due musicisti (cd, tour, collaborazioni varie) e la fruttifera collaborazione di un altro talento italiano che risponde al nome di Frank Andiver, la band si rimette in piedi circa due anni fa ed inizia a lavorare su un possibile nuovo album. Il genere proposto è invariato, il classico power metal arricchito da piccoli richiami al prog (“Recall”), ritmica tirata a mille dove Andiver e Vawamas ci vanno a nozze, duelli tra le chitarre e tastiere con la parte vocale che raggiunge vette elevate (“Cast Away”).

 

 

“Crown of Steel” è un disco riuscito, semplice, composto da melodie accattivanti che rimangono praticamente subito in testa. Prodotto da Andiver, il quale risulta essere anche il principale compositore insieme a Wild Steel, è stato registrato e mixato negli Zenith studio e masterizzato negli studi New Sin di Stefanini, noti per aver dato alla luce gemme come “Return to heaven denied” album di una band che ha lasciato il segno e della quale si può sentire qualche influenza (“Outsider” ricorda un pochino “Piece of time” ) merito anche del talento Andiver/Mc Pauls nonché dell'ospite Roberto Tiranti.

 

Siamo di fronte ad un full lenght che non ha la presunzione di inventare qualcosa di nuovo in un genere che ormai è praticamente saturo ma ha, invece, il dono di farsi ascoltare con piacere senza mai annoiare.

 

Da ricordare che gli Shadows Of Steel furono i primi ad “inventare” quello che, in qualche modo, ha fatto la fortuna di Tobias Sammet & c. cioè un cd con valanghe di ospiti provenienti da altre band (ai tempi dell'esordio gli ospiti che vi hanno partecipato, facevano o avrebbero poi fatto parte di band come Labyrinth, Vision Divine, Wonderland e Projecto). Welcome to heaven.

 

 

 

Recensione di Andrea Lami

 

 

Tracklist:

1. Crown Of Steel

2. On The Waves Of Time

3. Never Say Goodbye

4. Nighmare

5. The Light In Yout Eyes

6. Outsider

7. Recall

8. Cast Away

 

Line up:

Wild Steel - vocals

Andrew Mc Pauls - keyboards

Yackson - guitars

Ice Reaven - guitars

Steve Vawamas - bass

Frank Andiver - drums

 

Link:

www.facebook.com/shadowsofsteel?fref=ts