CONDIVIDI

Live Report TYGERS OF PAN TANG + Sixty Miles Ahead + Ruler @Angel Azzurro, Genova - 5 Dicembre 2013

Report e foto a cura di Fabrizio Tasso

Serata speciale dedicata al buon vecchio e sano Heavy Metal old school quella che vede come protagonisti gli storici Tygers Of Pan Tang. La storica band inglese è una delle colonne della new wave of british heavy metal. Nati nel 1978 grazie all'allora diciasettenne Robb Weir, il combo albionico ha dato alle stampe album immortail come “Wild Cat” (1980) e “Spellbound” (1981) considerati unanimemente come capisaldi del movimento. Ad oggi l'unico membro superstite della prima line up è proprio Weir (chitarra) che dopo aver accantonato la band durante gli anni 90 ha rimesso in piedi il progetto donandogli nuova linfa. Dal 2008 poi ricopre il ruolo di vocalist l'italianissimo Iacopo Meille, che questa sera ci incanterà con la sua splendida voce.

 

Ad aprire abbiamo due gruppi italiani entrambi provenienti da Milano. Sono da poco passate le 22:00 e le pareti dell'Angelo Azzurro (locale di punta a Genova per concerti di questa caratura) vengono scosse dal potentissimo sound dei Ruler. I 4 ragazzi con il loro potente heavy metal, figlio dei primi Iron Maiden, entusiasmano immediatamente grazie ad un suono roccioso e volutamente vecchia maniera. Scaletta ben bilancianta tra pezzi del loro primo “Evil Nightmares” e l'ultimo “Rise To Power” uscito quest'anno. Scorrono seza cali di tensione le ottime “We Rule The Night”, “Highway Blues” insieme alle nuove “Another Fight” e “Back To The Glory Days”, dove si rimane abbagliati dalla potente ugola di Daniele Valentini. Buonissima anche lo loro presenza scenica che insieme al coinvolgimento che riescono a trasmettere gli frutta un grande numero di applausi. 

Ottimi davvero!

Pochi minuti per il cambio palco e i Sixty Miles Ahead ci danno la seconda, grande, sferzata di energia. Il perfetto bilanciamento dei suoni (grazie anche all'impianto del locale) ci permettono di assaporare ogni piccola sfumatura degli strumenti e della straordinaria voce di Sandro Casali. Se poi aggiungiamo che la loro tecnica gli permette di donare ancora più potenza ai loro brani ci si trova davanti ad una vera manna per le orecchie. Ancora una volta pezzi come “Millions Of Burning Flames”, “Under My Skin” e una tellurica versione di “Unfaithful Confessions” ci mettono ko grazie alla grandissima carica che riescono a sprigionare. Chiude la bellissima “Polite Conversations” in un crescendo di emozioni. Grande band!

Ancora pochi attimi e i Tygers Of Pan Tang salgono sul palco accolti da calarosi applausi. Sin dall'iniziale “Keeping Me Alive” si denota che la band è in piena forma. Il suono unico della chitarra di Brian Weir, affiancato dalla sontuosa performance di Jacopo Meille, ci guidano attraverso la storia della musica. “Gangland”, “Insanity” e il fastoso medley riversano sul pubblico tonnellate di energia che si materializzano in applausi scroscianti e in focolai di pogo intenso. Non vengono tralasciati i nuovi pezzi come “She” né i grandi classici come “Don't Touch Me There” (loro primo singolo in assoluto) tra l'evidente soddisfazione dei presenti. Finale in crescendo con la conclusiva “Love Potion N.9” che pone fine a questa inimitabile serata. Un grazie di cuore all' Angelo Azzurro e alla Eagle Booking Promotion per l'ospitalità e per la grande passione con cui si prodigano per supportare la nostra musica, con persone come voi l'Heavy Metal non morirà mai. Stay Metal!!

 

 

Set List:

1. Keeping Me Alive

2. Love Don't Stay

3. Gangland

4. She

5. Insanity

6. Medley (Mr. Indispensable/Paris By Air/Take It/R'n'R Man

7. Story So Far

8. Don't Touch Me There

9. Hey Suzie / Suzie Smiled

10. Hellbound

11. Euthanasia

12. Love Potion N.9

 

Sixty Miles Ahead

Ruler